lunedì 7 gennaio 2013

Sanremo 2013 - Chiara Galiazzo - Il futuro che sarà




 Sanremo 2013
Chiara Galiazzo - midi karaoke Il testo Credo negli angeli ma frequento l'inferno Colgo occasione così senza necessità Sono la venere che risorge nel niente Non conosco più la mia vera identità Portami a bere oltre le stelle Spiegami il senso dimmi la verità,profeta Fammi fumare venti d'immenso Dimmi il futuro che sarà Leggo gli oroscopi ma aspiro all'eterno Fuochi in estate per noi, nuove ritualità Suona un'armonia ma nessuno la sente E già piove sull'età della vanità Portami a bere oltre le stelle Spiegami il senso dimmi la verità,profeta Fammi fumare venti d'immenso Dimmi il futurò che sarà Che sarà, che sarà Portami a bere oltre le stelle Spiegami il senso dimmi la verità, profeta Fammi fumare venti d'immenso Dimmi il futuro che sarà Che sarà, che sarà Profeta, illudi l'uomo l'ultima volta Dimmi che qualcosa cambierà accordi SOL#m SOL#m RE# Credo negli angeli ma frequento l'inferno FA#m DO# Colgo occasioni così senza necessità SOL#m RE# Sono la venere che risorge dal niente DO#m FA# Non conosco più la mia vera identità SOL#m RE# Leggo gli oroscopi ma aspiro all'eterno FA#m DO# Fuochi in estate per noi, nuove ritualità SOL#m RE# Suona un'armonica ma nessuno la sente DO#m FA# E già piove sull'età della vanità DO#m SOL#m Portami a bere oltre le stelle RE# SOL#m SOL# Spiegami il senso dimmi la verità, profeta DO#m SOL#m Fammi fumare venti d'immenso RE# SOL#m Dimmi il futuro che sarà SOL#m RE# Fare l'amore ci fa sentire moderni FA#m DO# a volte la vita è così comoda anestesia SOL#m RE# e se il giornale ci da l'idea del presente DO#m FA# l'arte e la follia chi le cullerà DO#m SOL#m Portami a bere oltre le stelle RE# SOL#m Spiegami il senso dimmi la verità, SOL# profeta DO#m SOL#m Fammi fumare venti d'immenso RE# DO#m Dimmi il futuro che sarà SOL#m ah RE# Che sarà, SOL# il futuro DO#m SOL#m che sarà sarà RE# SOL#m che sarà DO#m SOL#m Portami a bere oltre le stelle RE# SOL#m Spiegami il senso dimmi la verità, SOL# profeta DO#m SOL#m Illudi l'uomo l'ultima volta RE# SOL#m dimmi che qualcosa cambierà

Sanremo 2013 - Chiara Galiazzo - Il futuro che sarà




 Sanremo 2013
Il testo

Sanremo 2013 - Chiara Galiazzo - Il futuro che sarà




 Sanremo 2013
Il testo

Sanremo 2013 - Annalisa Scarrone - Scintille




 Sanremo 2013
Il testo Volano volano i satelliti sulle formiche piano sbiadiscono Le favole quelle più antiche Ma un arcobaleno dietro al finestrino Riporta qui l'estate da bambino Tornano tornano Le rondini dall'uragano E dietro un semaforo tu che adesso appari piano Come una farfalla sopra la mia mano Inaspettata quando attesa Come poterti dire Questa mia canzone Gia ti appartiene e mi lascia di te Come in un regalo di natale La curiosità di non sapere cos'è Dritta allo stomaco Tu come un colpo di scena Scivola scivola Un brivido sulla mia schiena Per te che forse un giorno sarai solo mia O forse solo un sogno già finito Tornano tornano Le fantasie quelle più ardite Noi ci guardiamo ma Senza capire cosa è stato Sembiramo una scintilla non ancora accesa Inaspettta quanto attesa Questa mia canzone già ti appartiene e mi parla di te e tu con me Come poterti dire Questa mia canzone Già ti appartiene e mi lascia di te come in uno scherzo a carnevale La curiosità di non capire Prendimi comprami Con quegli occhi da diamante Che ora scintillano e il resto ormai non conta Riportami l'eternità in un attimo E sarò il tuo infinito in un istante Come poterti dire che Questa mia canzone Già ti appartiene e mi lascia di te La curiosità di non sapere Cos'è Cos'è Cos'è accordi LAm REm Volano volano i satelliti sulle formiche LAm piano sbiadiscono REm Le favole quelle più antiche DO REm Ma un arcobaleno dietro al finestrino SOL FA SOL Riporta qui l’estate da bambino REm SOL LAm Tornano tornano REm Le rondini dall’uragano LAm REm E dietro un semaforo tu che adesso appari piano DO REm Come una farfalla sopra la mia mano SOL FA Inaspettata quanto attesa LA RE MI Come poterti dire che RE Questa mia canzone LA MI SOL Gia ti appartiene e mi lascia di te MI Come in un regalo di natale LAm REm La curiosità di non sapere cos’è LAm Dritta allo stomaco REm Tu come un colpo di scena LAm Scivola scivola REm Un brivido sulla mia schiena DO REm Per te che forse un giorno sarai solo mio SOL FA O forse solo un sogno già finito SIm Tornano tornano MIm Le fantasie quelle più ardite SIm Noi ci guardiamo ma MIm Senza capire cosa è stato RE MIm Sembriamo una scintilla non ancora accesa LA SOL Inaspettata quanto attesa LA RE MI Come poterti dire che RE Questa mia canzone LA MI SOL Gia ti appartiene e mi parla di te MI e tu con me DO FA SOL Come poterti dire che FA Questa mia canzone DO SOL SIB Già ti appartiene e mi lascia di te SOL come in uno scherzo a carnevale La curiosità di non capire LAm Prendimi comprami REm Con quegli occhi da diamante LAm REm Che ora scintillano e il resto ormai non conta niente DO REm Riportami l’eternità in un attimo FA REm SOL E sarò il tuo infinito in un istante LA RE MI Come poterti dire che RE Questa mia canzone LA MI SOL Gia ti appartiene e mi parla di te MI e tu con me DO FA SOL Come poterti dire che FA Questa mia canzone DO SOL SIb Già ti appartiene e mi lascia di te SOL come in un regalo di natale La curiosità di non sapere LAm REm cos'è LAm REm cos'è LAm REm cos'è LAm REm cos'è LAm cos'è

Sanremo 2013 - Almamegretta - Onda che vai




 Sanremo 2013 
Il testo Onda che vai sospinta dal vento verso una terra sconosciuta e passi come un brivido lungo la schiena all’estremo orizzonte tocchi il cielo là dove trova l’ultimo confine l’anima spoglia che invano di insegue cercando il senso del tuo movimento della tua corsa che non ha mai fine le luci dell’Avana all’orizzionte come una galassia lontana che nel cielo si confonde e la barca navigava come un grande trofeo sulla rotta non segnata dove soffia l’Aliseo e con il sole negli occhi alzavo la vela puntando alla riva, che neanche si vedeva e la vita come luce sospesa sul mare si rompeva in mille schegge da non potersi più afferrare scende la notte sull’oceano e dimmi se il tuo mistero ci avvolge e ricopre mentre si staglia contro l’infinito questo cielo di stelle e libertà sognavamo leoni al tramonto nello spazio senza fine di una spiaggia africana. e il riflesso della luna riusciva a guidarci sulla rotta non segnata dove soffia l’Aliseo e con il sole negli occhi alzavo la vela puntando alla riva, che neanche si vedeva e la vita come luce sospesa sul mare si rompeva in mille schegge da non potersi più afferrare.