martedì 28 aprile 2015

Sanremo 1951 - Achille Togliani - Sedici anni







Sanremo 1951 

Achille Togliani - midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

Sanremo 1951 - Achille Togliani - Sedici anni



Il testo

Se gli anni rinverdissero
 come le foglie in primavera,
 allor potrei rivivere
 la mia più bella età.

 Sedici anni, forse avevo,
 e credevo già d'amar.
 È passato il tempo e, non so come,
 mi ritorna in mente un dolce nome.

 Primi baci, primi pianti,
 brevi istanti per sognar.
 E per dirci una parola,
 dovevamo la scuola marinar!

 Dolci frasi, sogni belli,
 credevamo nostro l'avvenir.
 Costruivamo bei castelli
 col pensiero, senza mai mentir!

 Sedici anni! Che tristezza
 ricordare ciò che fu.
 Sogni della prima giovinezza,
 che non tornerà mai più!

 Sedici anni! Che tristezza
 ricordare ciò che fu.
 Sogni della prima giovinezza,
 che non tornerà mai più!

 Sedici anni, forse avevo,
 che non torneranno più! 

Sanremo 1951 - Nilla Pizzi - Duo Fasano - La Margherita







Sanremo 1951 

Nilla Pizzi - midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

Sanremo 1951 - Nilla Pizzi - Duo Fasano - La Margherita



Il testo

O bambina innamorata, dimmi tu
che cos’è che ti fa piangere e sognar?
Pensi sempre a quell’amor che non c’è più
Passa il tempo e tu non sai dimenticar.
Chiedi invano ad ogni stella e ad ogni fior:
Tornerà? Non tornerà quel grande amor?
E la margherita,
che fra i fiori è l’indovina,
solo lei, bambina,
la risposta ti darà

Ti dice sì
ti dice no
la margherita.
Ora un bel sì
ora un bel no
Questa è la vita!
Tu sognerai, piangerai, scorderai!
Sfoglia sfoglia sfoglia sfoglia
e con ogni foglia
quanti sogni passano così,
come quella margherita
che fra le tue dita
tu sfogliavi un dì.

Sanremo 1951 - Duo Fasano - La cicogna distratta







Sanremo 1951 

midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

Sanremo 1951 - Duo Fasano - La cicogna distratta

Sanremo 1951 - Duo Fasano - La cicogna distratta



Il testo

C’è una casetta bianca sul monte
baciata già dalla luna;
e, sulla collinetta di fronte,
una villetta s’imbruna.
Nella casetta vi son due nonni,
e nella villa sposi in amor.
Ma la cicogna che porta i bambini,
volando, commette un error!

Lassù, lassù
sopra il camin
posata è la cicogna.
Ha nella bocca un fantolin,
ma è rossa di vergogna.
Per ben tre volte si sbagliò
e il bimbo lì portò:
Un bel piccino
dai riccioli d’or
per quei sposini in amor.
Ma la cicogna, distratta, che fa?
Ai due vecchietti lo vuol portar.

Mentre sta la sposina in attesa,
ride una stella dal cielo,
e mostra, alla cicogna sorpresa,
dove è diretto il suo volo.
Ora la villa è un raggio di sole
e la cicogna vola lassù;
e dal camino pianino, pianino,
quel bimbo fa scender giù!
Lassù, lassù
sopra il camin
posata è la cicogna.
Ha nella bocca un vestitin,
e non ha più vergogna.
Per ben tre volte si sbagliò,
ma questa volta no…
Il bel piccino
dai riccioli d’or
hanno gli sposi in amor.
Or la cicogna
felice sta là
guarda, sorride… e poi se ne va!…

Sanremo 1974 - Piero Focaccia - Valentintango







Sanremo 1974 

I vincitori del Festival dal 1951

Piero Focaccia - midi karaoke 

Sanremo 1974 - Piero Focaccia - Valentintango



Il testo

Straziami e poi d'amore saziati se puoi 
Coi baci miei 
Tra i balocchi ai miei ginocchi vedi tu sei qui 
Ad implorare un si 
Vipera sul canapè,ti ho morso in fondo al cuor 
Col mio veleno che 
È mortal per te 

Ritornello 
Valentintango tango 
Io ballo e tu m'implori 
Strisciando accanto a me 
Valentintango tango 
Delirio e desiderio fanno impazzire te 
Valentintango tango 
Tu finirai nel fango senza di me 
O morirai ai piedi miei con un casquet 

Splende l'abat-jour che spande la sua luce blu 
E soffri tu 
Scettico e glaciale ma la vita mia cos'è 
Se io non mordo te 
Prendimi maliarda la bottiglia di champagne 
In ghiacco è qui per te 
Fai cin cin con me 

Valentintango tango 
Io ballo e tu m'implori 
Strisciando accanto a me 
Valentintango tango 
Delirio e desiderio fanno impazzire te 
Valentintango tango 
Tu finirai nel fango senza di me 
O morirai ai piedi miei con un casquet. 
Valentintango tango 
Io ballo e tu m'implori 
Strisciando accanto a me 
Valentintango tango 
Delirio e desiderio fanno impazzire te 
Valentintango tango 
Tu finirai nel fango senza di me 
O morirai ai piedi miei con un casquet. 

Valentintango tango 
Tu finirai nel fango senza di me 
O morirari ai piedi miei con un casquet 
O morirari ai piedi miei con un casquet. 

Sanremo 1974 - Gianni Nazzaro - A Modo Mio







Sanremo 1974 

I vincitori del Festival dal 1951

Gianni Nazzaro - midi karaoke 





Il testo

Io nella vita ho fatto 
Un pò di tutto 
Non sò se ho fatto poco Oppure tanto 
Non sono stato un santo 
E questo lo sà pure Dio 

Nai nai na na... 
Nai nai na na... 

Ho camminato con la pioggia e il vento 
Ho riso spesso 
E qualche volta ho pianto 
E cento e mille volte 
Son rimasto solo io 
Ma ho sempre fatto tutto a modo mio 

A modo mio a modo mio 
Avrò sbagliato ma a modo mio 

A modo mio a modo mio 
Avrò sbagliato ma a modo mio 

E tu che sei comparsa tutta ad un tratto 
E in un momento hai colorato tutto 
Tu sei diversa sei importante 
Ho paura io 
Chissà se potrò averti a modo mio 

A modo mio a modo mio 
Avrò sbagliato ma a modo mio 

A modo mio a modo mio 
Avrò sbagliato ma a modo mio 

Nai nai na na... 
Nai nai na na... 

Chissà se potrò averti a modo mio... 

 accordi per chitarra 

MI  LA7  FA#-  SI-  MI-  LA7

LA7  RE           SOL             LA
Io nella vita ho fatto un po' di tutto
              RE      SOL        LA
non so se ho fatto poco oppure tanto
     SOL           LA               RE  FA#7 SI-
non sono stato un santo e questo lo sa pure Dio.

MI  LA7  FA#-  SI-  MI-  LA7

LA7  RE       SOL                 LA
Ho camminato con la pioggia e il vento
    RE             SOL                LA
ho riso spesso e qualche volta ho pianto
    SOL           LA          RE   FA…7 SI-
e cento e mille volte son rimasto solo io
        MI-7         LA7           RE
ma ho fatto tutto sempre a modo mio.

RE     SOL  LA      FA#-
A modo mio, a modo mio, 
 SI7    SOL      LA       RE
avr• sbagliato, ma a modo mio.

MI  LA7  FA#-  SI-  MI-  LA7

  MI              LA                  SI
E tu che sei comparsa tutto ad un tratto
     MI            LA          SI
e in un momento hai colorato tutto
      LA             SI             MI SOL#7 DO#-
tu sei diversa sei importante, ed ho paura io
      FA#-        SI7             MI
chiss… se potr• averti, a modo mio

       LA  SI      SOL#- DO#7
A modo mio, a modo mio, 
        LA        SI7     MI
avr• sbagliato, ma a modo mio.
FA#-  SI  SOL#- SOL#7  DO#-
..............................
       FA#-        SI7            LA MI FA#- MI
chiss… se potr• averti, a modo mio.

Sanremo 1974 - Valentina Greco - Notte dell'Estate







Sanremo 1974 

I vincitori del Festival dal 1951

midi karaoke 

Sanremo 1974 - Valentina Greco - Notte dell'Estate



Il testo

Anche se bussi per tutta la notte 
Tanto non ti aprirò 
Vattene dammi retta 
Non mi cercare più 
La mia famiglia è gente d’onore 
Cosa che non hai tu 
L’ho detto anche a mio padre 
Mio figlio nascerà. 
Anche se di vergogna per colpa tua 
Mi coprirò 
La notte dell’amore la prima volta 
Non scorderò.

Notte dell’estate mi portasti di nascosto 
A far l’amore 
Quando il grano maturava e la luna 
In cielo risplendeva 
Forte mi stringevi nella notte scomparivano 
I pensieri 
Davo retta solo al cuore era l’ora del mio 
Primo amore

Sei sicuro di quello che vuoi 
Mio padre sveglierei 
Se è solo un’avventura 
Qui non la trovi più 
Ma se l’amore può darti il coraggio 
Domani torna qui 
Ti siederai con noi 
Davanti a mio papà 
Notte di mille pene mi scoppia il cuore 
Non dormirò 
La notte dell’amore la prima volta 
Non scorderò

Notte dell’estate mi portasti di nascosto 
A far l’amore 
Quando il grano maturava e la luna 
In cielo risplendeva 
Forte mi stringevi nella notte scomparivano 
I pensieri 
Davo retta solo al cuore era l’ora del mio 
Primo amore.

Sanremo 1974 - Gilda Giuliani - Senza titolo







Sanremo 1974 

I vincitori del Festival dal 1951

Gilda Giuliani - midi karaoke 

Sanremo 1974 - Gilda Giuliani - Senza titolo



Il testo

C’è 
Non so bene neanche io 
Sarà questa pioggia 
Sarà che anche dentro a un addio 
C’è qualcosa di grande qualcosa che resta 
C’è 
Pensa un po’ com’è strano 
che penso che hai perso tutto 
il mio orso quello di peluche 
e i biglietti per il viaggio che ti dimentichi quasi sempre lo sai 
no non devi pensare chi a la mattina mi sveglierà 
io faccio venire quella vecchietta del piano di su 
la mattina va a messa e si alza presto lo sai 
no non devi pensare come farò a passare le sere 
io un ragazzo lo trovo si vedrai che lo trovo 
e c’è 
che mi ero abituata 
ai tuoi occhi 
cosi grandi 
ci vedevo i miei mille naufragi 
e una spiaggia col sole che ti piaceva così tanto così tanto 
facce brune di sole stupide donne intorno a te 
ridi sorrisi grandi per tutti quanti ma non per me 
file di coltellate le mie nottate senza di te 
c’è 
non so bene neanche io 
sarà che io sono sbagliata 
sarà che anche dentro a un addio 
c’è qualcosa di vero qualcosa che resta 
e poi c’è 
che ti amo davvero 
ed io non ho il coraggio di dirti 
di restare con me 
perché io hai capito che io che io 
e poi c’è 
che ti amo davvero la la la 
perché io hai capito che io che io 
addio. 

domenica 26 aprile 2015

Sanremo 1969 - CHECCO - Il sole è tramontato







Sanremo 1969 

midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951 

Sanremo 1969 - CHECCO - Il sole è tramontato



Il testo

Il sole e’ tramontato 
che strano…e’ mattino. 
Lo leggo nei tuoi occhi 
e’ il tramonto del nostro amoooor. 
Qui 
seduta accanto a me 
io stavo a guardarti per ore. 
Poi 
qualcuno ti guardò
come non ti ho guardata mai.

Tu 
dicevi sempre che 
io ero la tua unica luce, 
poi qualcuno ti parlo’ 
e questa luce ha spento ormai.

Io non voglio chiederti perche’ 
se il mio cuore 
non ti scalda piu’ 
vai,vai pure via con lui 
e non fermarti mai.

Il sole e’ tramontato 
che strano…e’ mattino. 
Lo leggo nei tuoi occhi 
e’ il tramonto del nostro amoooor.

Tu 
dicevi sempre che 
io ero la tua unica luce, 
poi qualcuno ti parlo’ 
e questa luce ha spento ormai.

Io non voglio chiederti perche’ 
se il mio cuore 
non ti scalda piu’ 
vai,vai pure via con lui 
e non fermarti maaaaaaaaaaaaaaaai.

Sanremo 1968 - IVA ZANICCHI - PER VIVERE








Sanremo 1968 

I vincitori del Festival dal 1951

Iva Zanicchi - midi karaoke 





Il testo

Sanremo 1968 - Pino Donaggio - Le Solite Cose







Sanremo 1968 

I vincitori del Festival dal 1951

Pino Donaggio - midi karaoke 





Il testo

Se te ne vai, 
mi porti via il mondo, 
la mia felicità. 
Ti chiedo per pietà 
di ripensarci. 
Se te ne vai, che cosa me ne faccio 
di questa vita se 
ho dedicato a te 
ogni momento 
di me? 
Vedrai, vedrai che un giorno cambierà… 
son le solite cose 
che si dicono sempre 
ma non so dir di più: 
so che sei tutto… 
Se te ne vai 
mi porti via il mondo, 
la mia felicità. 
io so che perderei 
il mio domani 
se vai….

se vai…

Sanremo 1966 - BOBBY SOLO - QUESTA VOLTA







Sanremo 1966

Tutto Sanremo dal 1951

I vincitori del festival dal 1951 

Bobby Solo - midi karaoke 





Il testo

Lo so, non mi credi
 perché sai che potrei,
 io potrei dimenticarmi
 anche di te.
 Però questa volta
 non sarà più così
 e vedrai che questa volta
 non finirà.
 Mai, dico mai,
 io ti lascerò,
 mai, dico mai,
 io finirò di amarti.
 Lo so, non mi credi,
 ma vedrai, tu vedrai,
 io so già che questa volta
 non finirà! 

 accordi per chitarra 

A# Dm D# F A# D#


A#           D
Lo so non mi credi
           Cm D#
perche' sai   
       Dm        Gm
che potrei io potrei
           C7         Cm  F
dimenticarmi anche di te  
   A#        D7             Cm
Pero' questa volta non sara'
D#      Dm
piu' cosi'
     Gm             C7
e vedrai che questa volta
    F7   A#  D#
non finira'  
A#       Fm  G7          C
Mai dico mai io ti lascero'
D#       Dm        C7        F7
Mai dico mai io finiro' di amarti
   A#        D7             Cm D#
Lo so non mi credi ma vedrai   
      Dm        Gm
tu vedrai io so gia'
 C7        F7   F A#  D# A#
che questa volta non finirà! 

          

Sanremo 1966 - Luciano Tomei - Quando vado sulla riva







Sanremo 1966

Tutto Sanremo dal 1951

I vincitori del festival dal 1951 

midi karaoke 





Il testo

Quando vado
sulla riva
sulla riva
del mio mare
e guardo lontano
amore
io vedo te
quando vado
sulla cima
sulla cima
del mio monte
e guardo
guardo verso il cielo
amore
io ricordo te
non avevo più il tuo amore
il mio amore importava
ora so
ora so cosa ho perduto
da quando non ho più te
avrei dato
la mia vita
la mia vita per la tua
ma non l’ha voluta il cielo
ed ora
piango per te

avrei dato
la mia vita
la mia vita per la tua
ma non l’ha voluta il cielo
amor
piango per te.

Sanremo 1966 - Giuseppe Di Stefano - Per questo voglio te







Sanremo 1966

Tutto Sanremo dal 1951

I vincitori del festival dal 1951 

midi karaoke 





Il testo

Voglio solo te
amo solo te
so che io vivrò
per te
voglio solo te
amore
voglio solo te
e non m’importa sai
nient’altro
che te
non voglio quello che
vogliono gli altri
mi basta solo
rimanere
con te
amo solo te
io voglio sempre e solo te
perché con te vivrò felice
mai
nessuna cosa mai
al mondo mi darà
la gioia che mi dai
per questo voglio te
io voglio solo te amor

(io voglio solo te)

mai
nessuna cosa mai
al mondo mi darà
la gioia
che mi dai
per questo voglio te
io voglio solo te
amor
amor…

Sanremo 1966 - Nicola Di Bari - Lei Mi Aspetta







Sanremo 1966

Tutto Sanremo dal 1951

I vincitori del festival dal 1951 

Nicola Di Bari - midi karaoke 





Il testo

Lei, aspetta me
lei, vuol bene a me
e le ho detto che
ritornerò
ma sono qui
ma sono qui
e bacio te
tu tu sei più bella
ma non potrai fermarmi mai
tu mi dici cose
che non potrò scordare mai
ma ti lascerò
ora dimmi ciao..
Non tentarmi ancora
non baciarmi più
non tentarmi ancora
non baciarmi più.

Lei, aspetta me
ha fiducia in me
lei, lei non lo sa
che sono qui
accanto a te
e tu non vuoi lasciarmi andar…
tu tu sei più bella
ma non potrai fermarmi mai
tu mi dici cose
che non potrò scordare mai
ma ti lascerò
ora dimmi ciao..
Non tentarmi ancora
non baciarmi più
non tentarmi ancora
non baciarmi più.

Lei, aspetta me
lei, aspetta me.

Sanremo 1964 - Piero Focaccia - L'INVERNO COSA FAI







Sanremo 1964  

Piero Focaccia - midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951





Il testo

Di giorno steso nel sol,
la sera accanto al juke-box,
questa è la vita che a te,
ragazzo, piace di più,
l’estate porta sul mar
un desiderio d’amor
è tutta tua questa piccola città.
Ma tu l’inverno cosa fai,
quando la spiaggia è vuota
e intorno rivedi le solite facce?
Tu annoiato da morire
giri sul lungomare
nessuno è più solo, più solo di te.
Tu ogni giorno t’innamori,
ogni giorno un’avventura,
ogni angolo è per te, per te,
tu non hai tempo da sprecare,
non hai tempo per dormire,
per tre mesi vivi d’amor.
Di giorno steso nel sol,
la sera accanto al juke-box,
questa è la vita che a te,
ragazzo, piace di più,
l’estate porta sul mar
un desiderio d’amor
è tutta tua questa piccola città.
Ma tu l’inverno cosa fai,
quando la spiaggia è vuota
e intorno rivedi le solite facce?
Tu annoiato da morire
giri sul lungomare
nessuno è più solo, più solo di te.
Di giorno steso nel sol,
la sera accanto al juke-box,
questa è la vita che a te,
ragazzo, piace di più,
l’estate porta sul mar
un desiderio d’amor
è tutta tua questa piccola città.

Sanremo 1964 - Laura Villa - Sole sole







Sanremo 1964  

midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

Sanremo 1964 - Laura Villa - Sole sole



Il testo

Non ho mai visto un giorno così,
non sono mai stato felice così…
Sole, sole, sole vedo dappertutto,
dimmi, dimmi, dimmi cosa mi è accaduto,
baci, baci, baci voglio solamente
non capisco niente, voglio solo te.
Dammi, dammi, dammi tutte le tue ore,
sempre, sempre, sempre restami vicino,
t’amo, t’amo, t’amo e il mio amore immenso
vuole regalare tutto il mondo a te.
Ho il cielo negli occhi se ti guardo
e un concerto nel cuore se ti stringo a me.
Sole, sole, sole vedo dappertutto,
dimmi, dimmi, dimmi cosa mi è accaduto,
baci, baci, baci voglio solamente
non capisco niente, voglio solo te,
voglio solo te, amore mio.
Sole, sole, sole vedo dappertutto,
dimmi, dimmi, dimmi cosa mi è accaduto,
t’amo, t’amo, t’amo e il mio amore immenso
vuole regalare tutto il mondo a te.
Ho il cielo negli occhi se ti guardo
e un concerto nel cuore se ti stringo a me.
Sole, sole, sole vedo dappertutto,
dimmi, dimmi, dimmi cosa mi è accaduto,
baci, baci, baci voglio solamente
non capisco niente, voglio solo te,
voglio solo te, amore mio,
amore mio, amore mio.
Sole, sole, sole, sole,
sole, sole, sole, sole…

Sanremo 1964 - Milva - L'ultimo tram (a mezzanotte)







Sanremo 1964  

Milva - midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

Sanremo 1964 - Milva - L'ultimo tram a mezzanotte



Il testo

Voglio avere una festa che possa ricordare,
 non la cena modesta e il ballo familiare,
 un’amica mi presta qualcosa da indossare
 e dimentico la cesta della roba da stirare,
 non ho altro per la testa che la buona società.

        A mezzanotte si fermerà
         la provvisoria felicità
         e l’incantesimo si concluderà,
         a mezzanotte parte l’ultimo tram.

C’è un’orchestra famosa e non quei quattro dischi,
 non si beve gazzosa ma veramente whisky,
 se pretendo qualcosa bisogna che mi arrischi
 o finisce che mi sposa chi mi chiama con tre fischi
 e la macchina lussuosa tra i miei sogni resterà.

        A mezzanotte si fermerà
         la provvisoria felicità
         e l’incantesimo si concluderà,
         a mezzanotte parte l’ultimo tram.

Il bicchiere si vuota, nessuno mi ha invitato,
 la stanchezza si nota, il trucco si è sbavato,
 è la sera più idiota che abbia mai passato,
 ho la testa che si svuota, l’entusiasmo se n’è andato,
 ma bisogna che mi scuota, è finito tutto qua.

        A mezzanotte si fermerà
         la provvisoria felicità
         e l’incantesimo si è concluso già,
         a mezzanotte parte l’ultimo tram.

Si è fatto tardi e se ne va
 senza aspettarmi, l’ultimo tram
 che serve correre, non si fermerà,
 a mezzanotte torna la verità.

La la la...

A mezzanotte torna la verità...

Sanremo 1964 - Tony Renis - I Sorrisi Di Sera







Sanremo 1964  

Tony Renis - midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

Sanremo 1964 - Tony Renis - I Sorrisi Di Sera



Il testo

Forse i sorrisi di sera
hanno una luce più vera
non so
ma certo che sei più bella che mai
mi sto innamorando di te

forse i sorrisi di sera
hanno una luce più vera 
non so
ma certo che sei più bella che mai
più dolce più cara stasera

forse questa luce diffusa
trasforma tutte le cose 
non so
ma sento che c’è qualcosa in me
mi sto innamorando di te

forse i sorrisi di sera
forse quest’aria leggera 
non so
ma certo che sei più bella che mai
mi sto innamorando di te


sabato 25 aprile 2015

Sanremo 1989 - Jovanotti - Vasco








Sanremo 1989  

Jovanotti - midi karaoke  

I vincitori del Festival dal 1951

Sanremo 1989 - Jovanotti - Vasco



Il testo

Vai così, è una figata perché una storia così non c'è mai stata 
che ci ammazziamo, ci divertiamo, facciamo i scemi 
e qualche volta pensiamo: non c'è problema 
è tutto OK 
Numero Uno, faccio quello che farei 
E quando torni facciamo festa senza nessuno che ci lasci la testa 
No, Vasco ! No, Vasco, io non ci casco 
per quelli che alla notte ritornano alle tre 
No, Vasco ! No, Vasco, io non ci casco 
per quelli come te, per quelli come me 
Oh, mamma stasera esco prendo la moto, sì, ma senza casco 
Andiamo in centro, viene anche vasco 
torno tardissimo, fuori fa fresco 
sì che sto attento, io son mica matto, è tutto a posto, vai ! 
Tu vai a letto, tu e le tue amiche m'avete rotto 
Siete voi, siete voi che avete capito tutto 
No, Vasco ! No, Vasco ! ... 
E invece Vasco questa sera non c'è 
chissà perché fratello ce l'hai con me 
Oh, dimmi con chi sei, da un po' non ci sei mai 
Vasco, tu sei noi non ci sputtanare, dai ! 
No, Vasco ! No, Vasco, io non ci casco 
Perché io non mi fido di chi non suda mai 
No, Vasco ! No, Vasco che mica ci facciamo tradire dai guai... 
Sudi o no? Sudi o no? 

 accordi per chitarra 

A G C G A G9 Am7 G9 A G C G9 A G C G9 G


    A
VAI COSI' E' UNA FIGATA

PERCHE' UNA STORIA COSI' NON C'E' MAI STATA

CHE CI AMMAZZIAMO CI DIVERTIAMO

                                       D
FACCIAMO I SCEMI E QUALCHE VOLTA PENSIAMO

               A
NON C'E' PROBLEMA NO E' TUTTO OKAY

        D
NUMERO UNO FACCIO QUELLO CHE FAREI

A
E QUANDO TORNI FACCIAMO FESTA

G                                  G
SENZA NESSUNO CHE CI LASCI LA TESTA

   A              G
NO VASCO NO VASCO IO NON CI CASCO

        C                    Am7
PER QUELLI CHE LA NOTTE RITORNANO ALLE TRE

   A              G
NO VASCO NO VASCO IO NON CI CASCO

        C                  Am7       G
PER QUELLI COME TE PER QUELLI COME ME

   A
OH MAMMA STASERA ESCO

                               D
PRENDO LA MOTO SI' MA SENZA CASCO

              A
ANDIAMO IN CENTRO E VIENE ANCHE VASCO

                              D
TORNO TARDISSIMO FUORI FA FRESCO

                 A
SI' CHE STO ATTENTO IO SON MICA MATTO

              D                  A
E' TUTTO A POSTO VAI TU VAI A LETTO

TU E LE TUE AMICHE M'AVETE ROTTO

G
SIETE VOI SIETE VOI CHE AVETE CAPITO TUTTO TUTTO

   A              G
NO VASCO NO VASCO IO NON CI CASCO

        C                    Am7
PER QUELLI CHE LA NOTTE RITORNANO ALLE TRE

   A              G
NO VASCO NO VASCO IO NON CI CASCO

        C                  Am7
PER QUELLI COME TE PER QUELLI COME ME

E                       D
E INVECE VASCO QUESTA SERA NON C'E'

G                           A
CHISSA' PERCHE' FRATELLO CE L'HAI CON ME

E                   D                           G6
O DIMMI CON CHI SEI DA UN PO' NON CI SEI MAI VASCO

               A
TU SEI NOI NON CI SPUTTANARE DAI

                  G
NO VASCO NO VASCO IO NON CI CASCO

        C                     Am7
PERCHE' IO NON MI FIDO DI CHI NON SUDA MAI

   A              G
NO VASCO NO VASCO IO NON CI CASCO

      C                   Am7        E D G6 A
CHE MICA CI FACCIAMO TRADIRE DAI GUAI       


E7                 D G
VAI COSI' VAI COSI'  

A                 G
NO VASCO NO VASCO IO NON CI CASCO

        C                    Am7
PER QUELLI CHE LA NOTTE RITORNANO ALLE TRE

   A              G
NO VASCO NO VASCO IO NON CI CASCO

C                  Am7
PER QUELLI COME TE PER QUELLI COME ME

   A              G
NO VASCO NO VASCO IO NON CI CASCO

  C                 Am7
SUDI O NO SUDI O NO 

   A              G              C Am7
NO VASCO NO VASCO IO NON CI CASCO

Sanremo 1989 - Renato Carosone - 'Na Canzuncella Doce Doce







Sanremo 1989  

Renato Carosone - midi karaoke  

I vincitori del Festival dal 1951

Sanremo 1989 - Renato Carosone - 'Na Canzuncella Doce Doce



Il testo

Aggio girato ‘o munno sott’ e ncòpp’

e cammenanno so’ arrivato ccà

Me porto sèmpe appriésso ‘o pianoforte

pecché nun pòzzo sta’ senza sunà…

Facìteme cantà ‘na canzuncella

che a tutti quanti voglio dedicà

Voglio cantà ‘na canzuncella doce doce

che parte ‘a Napoli e luntano vo’ arrivà,

‘na canzuncella ca facésse truvà pace

a tutta ‘a gente ca ‘int’ ‘a pace nun ce sta,

‘na canzuncella ca trasésse dint’ ‘o còre,

putésse fa rummore pe’ chi nun vo’ sentì,

‘na canzuncella che dicésse a tuttequante

vulìteve cchiù bbene e i’ so’ cuntente

Na canzuncella ca dicesse a tuttuquante:

“Vuliteve cchiù bene e io só’ cuntenta…”

Me piàceno ‘e guagliùne ‘nnammurate

si ‘e vvéco astritte astritte ‘e s’ abbraccià

pecché se vònno bbene uno cu’ ll’ àto

e ‘nziéme tutta ‘a vita vònno sta’.

Guagliù, basta ‘nu poco ‘e sentimento

e po’ ccantà cu’ mme chi vo’ cantà…

Jàmmo a ccantà ‘na canzuncella doce doce

che parte ‘a Napoli e luntano vo’ arrivà,

‘na canzuncella ca facésse truvà pace

a tutta ‘a gente ca ‘int’ ‘a pace nun ce sta,

‘na canzuncella ca trasésse dint’ ‘o còre

putésse fa rummore pe’ chi nun vo’ sentì,

‘na canzuncella che dicésse a tuttequante

vulìteve cchiù bbene e i’ so’ cuntente

Finale:

‘na canzuncella ca trasésse dint’ ‘o còre

putésse fa rummore pe’ chi nun vo’ sentì,

‘na canzuncella che dicésse a tuttequante

vulìteve cchiù bbene e i’ so’ cuntente


 accordi per chitarra 

A#

     A     Dm
OH OH OH OH

     A     Dm
OH OH OH OH

                                   Gm
AGGIO GIRATO 'O MUNNO SOTTO E 'NCOPPA

  A7
E CAMMENANNO SO' ARRIVATO CCA'

Dm

                            E
ME PORTO SEMPE APPRIESSO 'O PIANOFORTE

   A7
PECCHE' NUN POZZO STA SENZA SUNA'

Dm

            C7                F
FACITEME CANTA' NA CANZUNCELLA

      Gm
CHE A TUTTI QUANTI VOGLIO DEDICA'

A7

A             D                       Bm7
VOGLIO CANTA' NA CANZUNCELLA DOCE DOCE

             D6
CHE PARTE 'A NAPOLI

E LUNTANO VO' ARRIVA'

Em

                                     A7
NA CANZUNCELLA CA FACESSE TRUVA' PACE

A TUTT''A GENTE

                           D
CA 'INT''A PACE NUN CE STA'

            Bm                         F#m
NA CANZUNCELLA CA TRASESSE DINT''O CORE

                  G
PUTESSE FA RUMMORE

                      Am6
PE' CHI NUN VO' SENTI'

            Em7
NA CANZUNCELLA

                       D
CA DICESSE A TUTTE QUANTE

                          F#m7
VULITEVE CCHIU' BENE E I' SO' CUNTENTO

Dm

     A     Dm
OH OH OH OH

     A     Dm
OH OH OH OH

                                   Gm
ME PIACENE 'E GUAGLIUNE 'NNAMMURATE

      A7
SI 'E VVECO ASTRITTO ASTRITTO 'E

S'ABBRACCIA'

Dm

                                E
PECCHE' SE VONNO BENE L'UNO CU LL'ATO

   A7
E 'NZIEME TUTT''A VITA VONNO STA'

Dm

        C7                         F
OHINE', BASTA NU POCO 'E SENTIMENTO

  Gm
E PO' CANTA' CU MME CHI VO' CANTA'

A7

A          Dm                          D6
JAMME A CANTA' NA CANZUNCELLA DOCE DOCE

CHE PARTE 'A NAPOLI

E LUNTANO VO' ARRIVA'

Em

                                     A7
NA CANZUNCELLA CA FACESSE TRUVA' PACE

A TUTT''A GENTE

                           D
CA 'INT''A PACE NUN CE STA'

            Bm                         F#m
NA CANZUNCELLA CA TRASESSE DINT''O CORE

                  Em
PUTESSE FA RUMMORE

                      B7
PE' CHI NUN VO' SENTI'

            Em7
NA CANZUNCELLA

                       D
CA DICESSE A TUTTE QUANTE

                          F#m7
VULITEVE CCHIU' BENE E I' SO' CUNTENTO

D

Bm7 D6  Em
    tal)

A7

D9          Bm                         F#m
NA CANZUNCELLA CA TRASESSE DINT''O CORE

                  Em
PUTESSE FA RUMMORE

                      B7
PE' CHI NUN VO' SENTI'

            Em7
NA CANZUNCELLA

                       D
CA DICESSE A TUTTE QUANTE

                          F#m7
VULITEVE CCHIU' BENE E I' SO' CUNTENTO

Dm

     A     Dm
OH OH OH OH

     A
OH OH OH OH...

Dm

giovedì 23 aprile 2015

Sanremo 1989 - Riccardo fogli - Non finisce cosi







Sanremo 1989  

Riccardo fogli - midi karaoke  

I vincitori del Festival dal 1951





Il testo

È accaduto, ormai, 
lo sapevamo solo noi 
ed ho paura di pensare 
al mio futuro da inventare, 
perché da soli non è facile, 
ascolti un'ansia che non se ne va. 

Io non lo so, che cosa fare 
so che senza te, non so guardare avanti, 
perché non c'è niente che va dentro di me. 

Non finisce così 
un amore così, 
io non posso immaginarti lontana: 
io respiro e sei tu, 
lascio il segno e sei tu, 
perché un'altra non c'è 
nei silenzi del cuore 
a cantare la vita più forte di te. 

Costa sempre tanto 
un taglio per ricominciare 
e tutto quello che è passato 
com'è difficile dimenticare 
e quante cose mi hai lasciato 
e quante cose non ti ho detto mai. 

Camminerò per ritrovarti 
forse tu non sei così lontana, 
non saprò mai quello che c'è dentro di te. 

Non finisce così 
un amore così, 
ma rimane dentro l'anima sempre: 
io rinasco e sei tu, 
tocco il fondo e sei tu, 
cosa è stato di noi, 
dei segreti fra noi, 
di una vita che volevi con me. 

Dove sei? 
Vorrei tanto non cercarti mai più, 
ma domani avrò bisogno di te: 
sei l'amore. 

Non finisce così 
un amore così, 
perché un'altra non c'è 
nei silenzi del cuore 
a cantare la vita più forte di te. 
Non finisce così 
un amore così 
perché un'altra non c'è 
nei silenzi del cuore 
a cantare la vita più forte di te. 
Non finisce così 
un amore così... 

 accordi per chitarra 

RE(Sus2)      FA#/RE    SOL   RE

E’ accaduto ormai Lo sapevamo solo noi
LA     FA#-       SOL     LA
Ed ho paura di pensare Al mio futuro da inventare
MI-      FA#/RE            SOL           LA
Perché da soli non è facile Ascolti un’ansia che non se ne va

REsus2              MI-        LA
Io non lo so che cosa fare so che senza te


REsus4

Non so guardare avanti

SI-      FA#-         LA

Perché non c’è niente che va dentro di me

 RIT

RESUS2           MI-

Non finisce così un amore così

 FA#/RE     SOL     LA

Io non posso immaginarti lontana
MI-
Io respiro e sei tu
LA
Lasci il segno e sei tu
 FA#/RE        SI-
Perché un’altra non c’è nei silenzi del cuore
SOL     FA#/RE     LA
A cantare la vita più forte di te

RE(Sus2)    FA#/RE       SOL      RE

Costa sempre tanto un taglio per ricominciare
LA        FA#-        SOL        LA
E tutto quello che è passato com’è difficile dimenticare
MI-      FA#/RE          SOL           LA
E quanto cose mi hai lasciato e quante cose non ti ho detto mai

REsus2           SOL             LA   REsus4

Camminerò per ritrovarti Forse tu non sei così lontana
SI-        FA#-          LA
Non saprò mai quello che c’è dentro di te
 

 RIT

RESUS2           MI-

Non finisce così un amore così
 FA#/RE   SOL     LA
Ma rimane dentro l’anima sempre

MI-
Io rinasco e sei tu
LA

Tocco il fondo e sei tu
 FA#/RE         SI-
Cosa è stato di noi Dei segreti fra noi


SOL      FA#/RE    LA

Di una vita che volevi con me

BRIDGE:

MI-
Dove sei?
LA           FA#/RE
Vorrei tanto non cercarti mai più
FA#-      MI-
Ma domani avrò bisogno di te

SOL    LA
Sei l’Amoooore

Non finisce così Un amore così
Perché un’altra non c‘è Nei silenzi del cuore
a cantare la vita più forte di te

Non finisce così Un amore così
Perché un’altra non c‘è Nei silenzi del cuore

a cantare la vita più forte di te

Non finisce così Un Amore così…

martedì 21 aprile 2015

Sanremo 1989 - Mia Martini - Almeno tu nell'universo







Sanremo 1989  

Mia Martini - midi karaoke  

I vincitori del Festival dal 1951





Il testo

Sai, la gente è strana prima si odia e poi si ama 
cambia idea improvvisamente, prima la verità poi mentirà lui 
senza serietà, come fosse niente... 
sai la gente è matta forse è troppo insoddisfatta 
segue il mondo ciecamente 
quando la moda cambia, lei pure cambia 
continuamente e scioccamente... 
Tu, tu che sei diverso, almeno tu nell'universo, 
un punto sei, che non ruota mai intorno a me 
un sole che splende per me soltanto 
come un diamante in mezzo al cuore. 
Tu, tu che sei diverso, almeno tu nell'universo, 
non cambierai, dimmi che per sempre sarai sincero 
e che mi amerai davvero di più, di più, di più... 
Sai, la gente è sola, come può lei si consola, 
e non far sì che la mia mente 
si perda in congetture, in paure 
inutilmente e poi per niente... 
Tu, tu che sei diverso, almeno tu nell'universo.. 
Un punto sei, che non ruota mai intorno a me 
un sole che splende per me soltanto 
come un diamante in mezzo al cuore. 
Tu, tu che sei diverso, almeno tu nell'universo... 
Non cambierai, dimmi che per sempre sarai sincero 
e che mi amerai davvero di più, di più, di più... 
Non cambierai, dimmi che per sempre sarai sincero 
e che mi amerai davvero...davvero di più... 

 accordi per chitarra 

Fa#            Do#     Do#m      Mib        Sol
Sai la gente è strana prima si odia e poi si ama
    Do#           Fa#m
cambia idea improvvisamente
           Mibm   Lab
prima la verità
        Do#m     Fa# Si7  Sim Sol
poi mentirà a noi  senza serietà,
Do#        Fa#
come fosse niente

Fa#            Do#     Do#m      Mib        Sol
sai la gente è matta forse è troppo insoddisfatta
   Labm   Do#      Fa#m
segue il mondo ciecamente
           Mibm   Lab
quando la moda cambia
     Do#m     Fa#      Si             Re
lei pure     cambia   continuamente scioccamente

Do#           Fa#
Tu… tu che sei diverso
    Do#     Labm Sib
almeno tu       nell' universo
           Mibm         Do#       Fa#
un punto sei, che non ruota mai intorno a me
Do#          Fa#         Do#
un sole che splende per me soltanto,
    Mibm         Do#            Lab
come un diamante in mezzo    al    cuore
Do#           Fa#
Tu… tu che sei diverso
    Do#     Labm Sib
almeno tu       nell' universo
           Mibm         Do#       Fa#
non cambierai, dimmi che per sempre sarai
Do#            Fa#
Sincero e che mi amerai
 Do#       Mibm7      Lab        Do#  Do#7
davvero  di più…  di più…  di più.

Fa#              Do# Do#m       Mib        Sol
Sai, la gente è sola    come può lei si consola
   Labm   Do#      Fa#m
per non far sì che la mia mente
           Mibm   Lab
si perda in congetture,
Do#m  Fa#  Si            Re
in paure  inutilmente e poi per niente

Do#           Fa#
Tu… tu che sei diverso
    Do#     Labm Sib
almeno tu       nell' universo
           Mibm         Do#       Fa#
un punto sei, che non ruota mai intorno a me
Do#          Fa#         Do#
un sole che splende per me soltanto,
    Mibm         Do#            Lab
come un diamante in mezzo    al    cuore
Do#           Fa#
Tu… tu che sei diverso
    Do#     Labm Sib
almeno tu       nell' universo
           Mibm         Do#       Fa#
non cambierai, dimmi che per sempre sarai
Do#            Fa#
Sincero e che mi amerai
 Do#       Mibm7      Lab        Do#
davvero  di più…  di più…  di più.

Do#  Fa# Do# Labm Sib

           Mibm         Do#       Fa#
non cambierai, dimmi che per sempre sarai
Do#        Fa#
Sincero e che mi amerai
 Do#   Mibm7      Lab     Do#
davvero  davvero    di più…

Do#  Fa# Do# Lam Sib  Mibm Do# Fa#  a sfumare

lunedì 20 aprile 2015

Sanremo 1987 - Dori Ghezzi - E non si finisce mai







Sanremo 1987 
 
Dori Ghezzi - midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

Sanremo 1987 - Dori Ghezzi - E non si finisce mai



Il testo

E poi, e poi 
ti vorrei parlare un po' se tu lo vuoi 
non è vero che nessuno ti capisce 
e la prova è che sono ancora qui, sì... 
Lo so, lo so 
certe volte è bello stare soli un po' 
io rispetto le tue scelte ma ricorda che di me 
hai bisogno ancora 
come io ne ho di te... 
E non si finisce mai... 
io ci credo nel domani 
nelle mani che mi dai 
nei traguardi più lontani. 
Coro: Quanta vita ancora c'è 
da raggiungere con te... 
Coro: E non si finisce mai 
se non basta quel che hai 
Coro: E non si finisce mai 
di lottare, di sperare 
Coro: E non si finisce mai 
se non basta quel che hai 
prima che diventi mare 
questo fiume da passare 
getta un ponte fra di noi... 
E poi, e poi 
graffierò con la mia forza i sogni tuoi 
fino a farti diventare parte intima di me 
io non ci rinuncio 
non so stare senza te... 
E non si finisce mai 
di capire, di cercare 
anche quando te ne vai 
ho imparato ad aspettare 
Coro: Quanta vita ancora c'è 
da dividere con te... 
Coro: E non si finisce mai 
manca sempre qualche cosa. 
Coro: E non si finisce mai 
ma tu forse non lo sai 
anche il vento si riposa 
quando poi non ne può più 
una volta fallo tu 
una volta fallo... 
Coro: E non si finisce mai 
e non si finisce mai 
dove il cielo può arrivare 
di sicuro non lo sai 
voglio dirti che di amare 
non si può finire mai... 
Coro: E non si finisce mai 
di amare...

 accordi per chitarra 



lt="

Sanremo 1987 - Eduardo De Crescenzo - l'odore del mare







Sanremo 1987 
 
Eduardo De Crescenzo - midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

Eduardo De Crescenzo - l'odore del mare sanremo 1987



Il testo

Se penso al mondo come a un' armonia 
tutto è giusto sia così 
Se ogni strada è la strada mia 
e il mio posto è stare qui 
L'odore del mare mi calmerà 
la mia rabbia diventerà 
amore, amore è l'unica per me 
né dare né avere, la vita va da sé 
né bene né male, intorno a me non c'è 
né luna ne sole, è tutto nel mio cuore 
tutto questo cercare che amore poi diventerà… 
L'odore del mare mi calmerà, 
la mia rabbia diventerà 
amore, amore e mi sorriderà 
un giorno normale illuminerà 
né falso né vero, intorno a me non c'è 
né bianco né nero, è tutto nel mio cuore 
e tutto questo cambiare che amore poi diventerà. 
Penso a quanta gente c'è, quante stelle di città 
che in questo istante proprio come me 
vivono l'immensità. 
L'odore del mare mi calmerà, 
la mia rabbia diventerà 
amore, amore è l'unica per me 
né avere né dare, la vita va' da se 
né falso né vero intorno a me non c'è 
né terra né cielo, è tutto nel mio cuore 
e tutto questo girare che amore poi diventerà. 

 accordi per chitarra 

Dm A# G7 A#

A
SE PENSO AL MONDO 

Dm
COME A UN'ARMONIA

            F
TUTTO E' GIUSTO SIA COSI'

SE OGNI STRADA 

Gm
E' LA STRADA MIA

E IL MIO POSTO E' STARE QUI'

            A#              F
L'ODORE DEL MARE MI CALMERA'

       Gm               F
LA MIA RABBIA DIVENTERA'

AMORE AMORE , 

        D#m
E' L'UNICA PER ME

          A#6
NE DARE , NE AVERE , 

            A7
LA VITA VA' DA SE'

           A#6
NE BENE NE MALE , 

             Gm7
INTORNO A ME NON C'E'

           A#6
NE LUNA NE SOLE 

                 A7
E' TUTTO NEL MIO CUORE

               Dm
E TUTTO QUESTO CERCARE 

              A7
CHE AMORE POI DIVENTERA'

  F          A Gm
MUSICA.......  

Gm9           A#            F
L'ODORE DEL MARE TI CALMERA'

          Gm            F
LA MIA RABBIA DIVENTERA'

                             D#m
AMORE AMORE , E MI SORRIDERA'

          A#6                   A7
UN GIORNO NORMALE MI ILLUMINERA'

              Dm
NE' FALSO NE' VERO , 

          A
INTORNO A ME NON C'E'

             Dm
NE' BIANCO , NE NERO, 

             A
E' TUTTO NEL MIO CUORE

           F
E TUTTO QUESTO CAMBIARE

    A                A#
CHE AMORE POI DIVENTERA'

      F
PENSO A QUANTA GENTE C'E' , 

Dm
QUANTA GENTE DI CITTA'

Gm
IN QUESTO ISTANTE 

MOLTI COME ME 

VIVONO L'IMMENSITA'

     A#                  F
L'ODORE DEL MARE TI CALMERA'

          Gm            F
LA MIA RABBIA DIVENTERA'

       G
AMORE AMORE , 

      Fm
E' L'UNICA PER ME

              C6
NE DARE , NE AVERE , 

   Am6
LA VITA VA' DA SE'

         Em
NE FALSO NE VERO , 

  C
INTORNO A ME NON C'E'

          C6          C G B
NE' TERRA NE' CIELO ,   

Em
TUTTO E' NEL MIO CUORE

E TUTTO QUESTO GIRARE 

CHE AMORE POI DIVENTERA'

Em9 Em C C6 Em9 Em B Em Em9 Em C6

Sanremo 1987 - Lena Biolcati - Vita Mia







Sanremo 1987 
 
midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

lena



Il testo

Vita mia, 
quanti miracoli vale 
questa vita mia, 
giorno per giorno 
sempre in salita. 
Vengo da un paese, 
non ha grattacieli, né pretese, 
sono cresciuta piano 
sognando Milano. 
Quanti treni ho perso, 
quanto futuro già trascorso, 
quante contraddizioni 
cantando canzoni. 
Ho camminato col cuore per mano, 
per arrivare lontano. 
Vita mia, 
quanti miracoli vale 
questa vita mia, 
quanta fortuna 
nella mia luna. 
Vita mia, 
affollatissimi cieli 
su questa vita mia, 
stelle e bufere, 
nuvole e sole, 
è quasi amore. 
Tu che mi assomigli 
vesti i miei sogni e poi mi spogli, 
tu che mi prendi in cuore 
e dici che è amore. 
E in questo tempo di fretta e parole 
strano è parlare d’amore. 
Vita mia, 
voglio anche te tra le spiaggie 
di questa vita mia, 
tu che sei sale 
dentro al mio mare. 
Vita mia… 
quanta fortuna 
nella mia luna. 
Vita mia, 
non cambierei neanche un giorno 
di questa vita mia, 
giusta o sbagliata 
è la mia vita.

 accordi per chitarra 

D
VITA MIA

QUANTI MIRACOLI VALE

       Bm
QUESTA VITA MIA

Em
GIORNO PER GIORNO

G           A
SEMPRE IN SALITA...

   D
VENGO DA UN PAESE

                A
NON HA GRATTACIELI NE' PRETESE

        G
SONO CRESCIUTA PIANO

           G6
SOGNANDO MILANO...

    D
QUANTI TRENI HO PERSO

           A
QUANTO FUTURO GIA' TRASCORSO

          G
QUANTE CONTRADDIZIONI

            G6
CANTANDO CANZONI...

Bm                  G
HO CAMMINATO COL CUORE PER MANO

D
PER ARRIVARE LONTANO

A D
VITA MIA

QUANTI MIRACOLI VALE

       Bm
QUESTA VITA MIA

Em
QUANTA FORTUNA

G         A
NELLA MIA LUNA...

G9  D
VITA   MIA

AFFOLLATISSIMI CIELI

          Bm      F#sus4
SU QUESTA VITA MIA

Em
STELLE E BUFERE

G
NUVOLE E SOLE...

            Bm
E' QUASI AMORE

   D
TU CHE MI ASSOMIGLI

                   A
VESTI I MIEI SOGNI E POI MI SPOGLI

          G
TU CHE MI PRENDI IN CUORE

               Em7
E DICI CHE E' AMORE...

Bm                       G
E IN QUESTO TEMPO DI FRETTA E PAROLE

D
STRANO E' PARLARE D'AMORE...

B7  E
VITA   MIA

A
VOGLIO ANCHE TE TRA LE SPIAGGIE

          C#m
DI QUESTA VITA MIA

F#m
TU CHE SEI SALE

A             B
DENTRO AL MIO MARE...

A9  E     A G#sus4 C#m
VITA   MIA         


F#m
QUANTA FORTUNA

A         B
NELLA MIA LUNA...

A9  E
VITA   MIA

A
NON CAMBIEREI NEANCHE UN GIORNO

          C#m
DI QUESTA VITA MIA

F#m
GIUSTA O SBAGLIATA

A         B   A9 E
E' LA MIA VITA  

Sanremo 1987 - Christian - Aria e musica







Sanremo 1987 
 
Christian - midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

Christian - Aria e musica sanremo 1987



Il testo

Un'altra notte per pensare a te

a te che non sei più solo un'idea

ma una piccola marea

che mi sta portando via.

Un'altra notte per scoprire te

dimenticando tutto

intorno a me

raccontandoci di noi finché

l'alba arriverà

io non vivo senza te

senza l'amore.

Aria e musica c'è

nella mi anima

questa è la vita mia.

Aria e musica c'è

io volo libero

dentro i confini tuoi.

Ed io prima sempre in sicuro

ora io un uomo vero.

Un'altra notte per restare qui

nel buio e nel silenzio accanto a te.

Era questo il mio destino

starti sempre più vicino

io non vivo senza te senza l'amore.

 accordi per chitarra 

domenica 19 aprile 2015

Sanremo 1983 - Sibilla - Oppio

Sanremo 1983

midi karaoke

I vincitori del Festival dal 1951










Il testo

Fuochi accesi negli accampamenti nomadi 
e fumatori d'oppio dall'oriente sui tappeti 
le visioni riempiranno le mie mani vuote 
Cartagine era bella in mezzo ai melograni 
è vero do i numeri dividili con me 
ho perso la testa ma sto bene anche senza 

Uru Belev Sammea Uru Belev Sammea Uru Belev Sammea 
Uru Belev Sammea Uru Belev Sammea Uru Belev Sammea 

Scivolando sulle soglie di nuovi amori 
con misteriosi nomadi per misteriose mete 
giochi di prestigio con i fili del destino 
a quel tempo l'oppio ci costava meno d'una birra 
è vero do i numeri dividili con me 
ho perso la testa ma sto bene anche senza 

Uru Belev Sammea Uru Belev Sammea Uru Belev Sammea 
Uru Belev Sammea Uru Belev Sammea Uru Belev Sammea 

L'equilibrio di quel tè alla menta alla Medina 
e i passi nelle dune fanno l'eco all'universo 
eravamo ancora dilettante di delitti 
Cartagine era bella in mezzo ai melograni 

Uru Belev Sammea Uru Belev Sammea Uru Belev Sammea 
Uru Belev Sammea Uru Belev Sammea Uru Belev Sammea 
Uru Belev Sammea Uru Belev Sammea Uru Belev Sammea 

Sanremo 1983 - Amedeo Minghi - 1950







minghi 1950



Il testo

Come profumi, che gonna 
che bella che sei, che gambe ! 
Che passi sull'asfalto di Roma. 
Serenella, 
in questo vento di mare, di pini, 
nel nostro anno tra la guerra ed il Duemila. 
Dal conservatorio all'università, 
la bicicletta non va, 
e Tu che aspetti me, 
con i capelli giù 
io li carezzerò, 
seduti al nostro caffè.. 
Serenella.. 
La radio trasmetterà 
la canzone che ho pensato per Te, 
e forse attraverserà l'Oceano 
lontano da noi: 
l'ascolteranno gli Americani che proprio ieri 
sono andati via e con le loro camicie a fiori 
colorano le nostre vie 
ed i nostri giorni di primavera. 
Che profumano dei tuoi capelli !! 
E dei tuoi occhi così belli 
spalancati sul futuro 
e chiusi su di me 
nel novecentocinquanta.... 
Amore, 
ma come stiamo bene al sole.... 
Amore 
da quest'anno tu, 
sarai con me. 
E' tondo quest'anno, 
che tiro diretto e che 
bell'effetto al mio cuore, 
Serenella 
coi soldi cravatte, vestiti, dei fiori 
e una vespa per correre insieme al mare. 
Al mare di questa città 
alle onde, agli spruzzi 
che escono fuori dalle nostre fontane. 
E se c'è un pò di vento, 
ti bagnerai, 
mentre aspetti me 
al nostro caffè. 
Serenella. 
La radio trasmetterà la canzone 
che ho pensato per Te, 
e forse, attraverserà l'oceano 
lontano da noi, 
l'ascolteranno gli Americani 
che proprio ieri sono andati via, 
e con le loro camicie a fiori 
che colorano le nostre vie 
e i nostri giorni di primavera 
che profumano dei tuoi capelli!! 
e dei tuoi occhi così belli 
spalancati sul futuro 
e chiusi su di me, 
nel novecentocinquanta.... 
E ti amo , 
ti amo forte al Sole 
questo Sole che sembra vicino. 
Serenella 
io, 
voglio un bambino 
nei nostri giorni di primavera 
lo penseremo come una canzone 
Serenella 
ti porto al Sole 
Serenella 
ti porto al mare..... 
La radio trasmetterà la canzone 
che ho pensato per Te, 
e forse attraverserà l'Oceano 
lontano da noi 
l'ascolteranno gli Americani 
che proprio ieri sono andati via, 
o Serenella 
ti porto al mare, 
io, 
ti porto via...

 accordi per chitarra 

Lam7
Come profumi, che gonna, che bella sei,
                                    Fa7+   Rem  Fa7+ Rem
che gambe e che passi sull'asfalto di Roma,
   Sol
Serenella in questo vento di mare e di pini,
                                       Do Do7+ Do
nel nostro anno tra la guerra e il duemila:
Lam
dal conservatorio all’università
Lam7               Fa7+ Mi                 Lam
 la bicicletta non va    e tu che aspetti me
Rem7             Sol Mi7             Lam
 con i capelli giù    io li accarezzerò
Fa                   Sol Mi7        Lam
 seduti al nostro caffè        Serenella.

    Do           Do7+    Do                   Do7+
La radio trasmetterà la canzone che ho pensato per te
 Lam7
e forse attraverserà
    Do             Lam7
l'oceano lontano da noi
        Fa7+            Rem           Fa7+              Rem
l'ascolteranno gli americani che proprio ieri sono andati via
         Mim              Sol  Mim               Sol
e con le loro camicie a fiori colorano le nostre vie
           Rem             Fa7+
e i nostri giorni di primavera
      Rem              Fa7+          Sib
che profumano dei tuoi capelli e dei tuoi occhi così belli
       Solm7                Do
spalancati sul futuro e chiusi su di me
                  Fa7+              Rem
nel novecentocinquanta, novecentocinquanta.

Lam Lam7 Sib

 Sib   Solm          Do     Sib  Fa
Amore ma come stiamo bene al sole
Sib      Solm         Do       Fa7+
Amore da quest'anno tu sarai con me.

  Lam7
E' tondo quest'anno è come un pallone
                                             Fa7+   Rem  Fa7+ Rem
che tiro diretto e che bell'effetto al mio cuore;
   Sol
 Serenella coi soldi e cravatte, vestiti e dei fiori
                                    Do Do7+ Do Do7+
e una vespa per correre insieme al mare,
  Lam7
al mare di questa città, alle onde,
    Do                                          Fa7+
agli spruzzi che escono fuori dalle nostre fontane
Mi                  Lam
e se c’è un po' di vento
Rem7       Sol Mi7              Lam
 ti bagnerai     mentre aspetti me
Fa            Sol Mi7      Lam
 al nostro caffè        Serenella.

    Do           Do7+    Do                   Do7+
La radio trasmetterà la canzone che ho pensato per te
 Lam7
e forse attraverserà
    Do             Lam7
l'oceano lontano da noi
        Fa7+            Rem           Fa7+              Rem
l'ascolteranno gli americani che proprio ieri sono andati via
         Mim              Sol  Mim               Sol
e con le loro camicie a fiori colorano le nostre vie
           Rem6            Fa7+
e i nostri giorni di primavera
      Rem              Fa7+          Sib
che profumano dei tuoi capelli e dei tuoi occhi così belli
         Solm7                   Do
spalancati sul futuro e chiusi su di me
                  Fa7+
nel novecentocinquanta

      Sib                   Sib7+               Sib
E ti amo, ti amo forte al sole questo sole che sembra vicino,
  Solm
Serenella io voglio un bambino nei nostri giorni di primavera
    Mib7+                Dom
lo penseremo come una canzone,
  Mib7+              Dom
Serenella ti porto al sole,
    Mib                Fa
Serenella ti porto al mare.
    Do           Do7+    Do                   Do7+
La radio trasmetterà la canzone che ho pensato per te
 Lam7
e forse attraverserà
    Do             Lam7
l'oceano lontano da noi
        Fa7+            Rem           Fa7+              Rem
l'ascolteranno gli americani che proprio ieri sono andati via
    Fa                                  Do Do7+ Do Do7+ Lam Do Lam Do
o serenella ti porto al mare ti porto via
        Fa7+            Rem           Fa7+              Rem
l'ascolteranno gli americani che proprio ieri sono andati via
    Fa                                  Do Do7+ Do Do7+ Lam Do Lam Do
o serenella ti porto al mare ti porto via

Sanremo 1983 - FIORDALISO - ORAMAI

Sanremo 1983

Fiordaliso - midi karaoke

I vincitori del Festival dal 1951










Il testo

A parte il fatto che ti voglio ancora bene 
Ho un maledetto orgoglio da difendere 
E pensa che figura ci farei…..cercarti io 
Magari penseresti che mi sto arrendendo 
Ma è vero com'è vero che con te 

Oramai 
Non bastano i ricordi e tu lo sai 
Sarebbe come far del male in più 
Ad uno di noi due che non sei tu 

Oramai 
Il cielo si è strappato su di noi 
Raccogli le mie stelle le offro io 
A chi si sta prendendo il posto mio 

E strappo come un calendario i giorni della vita 
Tra vecchi amici e solitudine 
Ho perso, l'abitudine di te 
Parola mia 
E litigo ogni tanto con la nostalgia 
Se è lei che vince sono affari miei 
Ma 

Oramai 
Ho fatto un patto coi pensieri miei 
Di non amarti neanche se tu vuoi 
Se ci riuscissi giuro 
Se ci riuscissi giuro 
Lo farei 

 accordi per chitarra 

C

Em
A PARTE IL FATTO CHE  TI VOGLIO ANCORA BENE

D9
HO UN MALEDETTO ORGOGLIO DA DIFENDERE

Am7                         E
E PENSA CHE FIGURA CI FAREI A CERCARTI IO

Am                                   C
MAGARI PENSERESTI CHE MI STO ARRENDENDO

Am7                           D   G
E' VERO COM'E' VERO CHE CON TE ORAMAI

    C6                        G
NON BASTANO I RICORDI E TU LO SAI

  C6                         Bm
SAREBBE COME FAR DEL MALE IN PIU'

  Am7                          G
A UNO DI NOI DUE CHE NON SEI TU

Am    G
ORAMAI 
      C6                          Bm
IL CIELO SI E' STRAPPATO SU DI NOI

     C6                         Bm
RACCOGLI LE MIE STELLE LE OFFRO IO

      Am                        G  D
A CHI SI STA PRENDENDO IL POSTO MIO

Em
E STRAPPO COME  UN CALENDARIO

I GIORNI DELLA VITA TRA VECCHI AMICI E SOLITUDINE

C6                         Bm
HO PERSO  L'ABITUDINE DI TE PAROLA MIA

Am7                                 C
E LITIGO OGNI TANTO CON LA NOSTALGIA

   Am7                          D
SE E' LEI CHE VINCE SONO AFFARI MIEI

         G
MA ORAMAI

      C6                           G
HO FATTO UN PATTO COI PENSIERI MIEI

   C6                           Bm
DI NON AMARTI NEANCHE SE TU VUOI

   Am7                        Cm A# C A#
SE CI RIUSCISSI GIURO LO FAREI        


G     C
ORAMAI

   Dm6                         Em
HO FATTO UN PATTO COI PENSIERI MIEI

       F6                       Em
DI NON AMARTI NEANCHE SE TU VUOI

   Dm                    Cm9
SE CI RIUSCISSI GIURO SE CI RIUSCISSI GIURO

G  F    C
LO FAREI

Sanremo 1982 - Lene Lovich - Blue Hotel







Sanremo 1982  

midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951 





Il testo

Hello...

 The sky I scan for you, radiate
 Encounter, communicate
 My world waits for you, anticipate
 Possiblities await

 Chorus

 Stay a while at the Blue Hotel
 Play a while at the Blue Hotel
 There's a million things we could do
 Spend time at the Blue Hotel
 Excite your mind
 Me and you at the Hotel Blue

 So secret, so lonely, please relate
 Why remain so isolate?

 Chorus

 No stranger, come closer, associate
 Make contact, don't hesitate

 Chorus (twice)... 

Sanremo 1982 - Elisabetta Viviani - C'è







Sanremo 1982  

midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951 





Il testo

C’è 
questa volta ho paura che c’è 
e non so 
se ho la forza di dire di no, 
proprio qui 
una notte di maggio e coraggio 
t’ho detto di sì 
con lo sguardo di quella che poi 
ecco che 
ha deciso già tutto fra noi 
e mai più 
avrei detto che quello che cerco 
da tempo eri tu, 
con quegli occhi di mare più blu. 
Proprio tu 
che amore questo amore pazzo, 
tu proprio tu 
e giro tutto il mondo in testa, 
tu solo tu 
l’amore vero non si spezza più, 
solo tu 
ti stringi più vicino, 
in due sul mio cuscino, 
sognando la campagna, 
il sole, il grano, 
l’uva bianca, il vino. 
C’è 
questa volta è sicuro che c’è 
e non so 
se ho la forza di dire di no 
proprio qui 
una notte di maggio e coraggio 
t’ho detto di sì. 
Proprio tu 
che amore questo amore pazzo, 
tu proprio tu 
e giro tutto il mondo in testa, 
tu solo tu 
l’amore vero non si spezza più, 
solo tu 
ti stringi più vicino, 
in due sul mio cuscino, 
sognando la campagna, 
il sole, il grano, 
l’uva bianca, il vino. 
Proprio tu 
che amore questo amore pazzo, 
tu proprio tu 
e giro tutto il mondo in testa, 
tu solo tu 
l’amore vero non si spezza più, 
solo tu 
ti stringi più vicino, 
in due sul mio cuscino, 
sognando la campagna, 
il sole, il grano, 
l’uva bianca, il vino. 
Tu proprio tu 
che amore questo amore pazzo, 
tu proprio tu 
e giro tutto il mondo in testa, 
tu solo tu 
l’amore vero non si spezza più, 
solo tu 
ti stringi più vicino, 
in due sul mio cuscino, 
sognando la campagna, 
il sole, il grano, 
l’uva bianca, il vino. 
Tu proprio tu 
che amore questo amore pazzo, 
tu proprio tu 
e giro tutto il mondo in testa, 
tu solo tu 
l’amore vero non si spezza più, 
solo tu 
ti stringi più vicino, 
in due sul mio cuscino, 
sognando la campagna, 
il sole, il grano, 
l’uva bianca, il vino.

Sanremo 1981 - Passengers - Midnight







Sanremo 1981  

Tutto Sanremo dal 1951 

midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951 





Il testo

Before the break of the day 
We’re asleep 
in the darkest of dreams 
Making our schemes yeah 
We are the creatures of night 
out of sight 
forever 
And when the sun starts to set 
in the sky 
We are coming alive 
Coming alive yeah 
We are the face in the moon 
That you see 
Above you 
Above you 
Midnight 
Between the dark and the light oh oh oh oh oh 
Were gonna do what feels right oh oh oh oh oh 
And by the glow of the moon 
We will fly away fly away

 accordi per chitarra 

Sanremo 1981 - Marcella Bella - pensa per te







Sanremo 1981  

Tutto Sanremo dal 1951 

Marcella Bella - midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951 





Il testo

Il limone non ci va sul pesce
Scotta ancora la banana flambè
Dammi il vino che non ti riesce
Ad aprirlo mangia e pensa per te
Pensa per te
Che a me ci penso da me
Anche perché stasera
Con il sesso voglio andarci piano
E il tuo piano non funziona con me
Stiamo in folle è meglio se evitiamo
Materassi a molle whisky e moquette
Pensa per te
Che a me ci penso da me
Anche perché ognuno pensa per se
Pensa per te
Che a me ci penso da me
Anche perché stasera
Stiamo in folle e un bacio ci scatena
Non ci addormentiamo fino alle tre
E poi ci vuole la dolcezza
Sarò fatta male sarò pazza
Ti voglio bene con un cuore di ragazza
Che ogni volta mi si spezza in tre
Stasera pensa per te pensa per te
Che a me ci penso da me
Anche perché ognuno pensa per sé
Pensa per te che a me ci penso da me
Anche perché stasera
Stiamo in folle meglio se evitiamo
Materassi a molle whisky e moquette
E poi ci vuole la dolcezza
Sarò fatta male sarò pazza
Pensa per te che a me ci penso da me.

 accordi per chitarra 

G G D D9 Am Am6


   G                    D
IL LIMONE NON CI VA SUL PESCE

                     G         Em
SCOTTA ANCORA LA BANANA FLAMBE'

   C                  G
DAMMI VINO CHE NON TI RIESCE

   D                       G
AD APRIRLO MANGIA  E PENSA PER TE

                            D
PENSA PER TE CHE A ME CI PENSO DA ME

  D7
ANCHE PERCHE' STASERA

    G                 D
CON IL SESSO VOGLIO ANDARCI PIANO

                                G
E IL TUO PIANO NON FUNZIONA CON ME

   Em
PENSA PER TE.

    C
STIAMO IN FOLLE

          G
MEGLIO SE EVITIAMO

  D                      G
MATERASSI A MOLLE WISCKY E MOQUETTE

                            D
PENSA PER TE CHE A ME CI PENSO DA ME

                               G
ANCHE PERCHE'OGNUNO PENSA PER SE

            D
PENSA PER TE CHE A ME CI PENSO DA ME

                 C
ANCHE PERCHE' STASERA STIAMO IN FOLLE

      G
UN BALLO CI SCATENA

    D                          G
NON CI ADDORMENTIAMO FINO ALLE TRE

G7                        C
E POI CI VUOLE UNA COSCIENZA

A             A7          D
SARO' FATTA MALE SARO' PAZZA

D7          G                       D
TI VOGLIO BENE CON UN CUORE DI RAGAZZA

D7                                B
CHE OGNI VOLTA MI SI SPEZZA IN TRE

Bm         G
STASERA PENSA PER TE

                            D
PENSA PER TE CHE A ME CI PENSO DA ME

                           G
ANCHE PERCHE' OGNUNO PENSA PER SE

                         D
PENSA PER TE CHE A ME CI PENSO DA ME

                     G# D#
ANCHE PERCHE' STASERA   

G#  C#
STIAMO IN FOLLE

           G#      D#
MEGLIO SE EVITIAMO MATERASSI A MOLLE

  G#
WISCKY E MOQUETTE

  G#7                    C#
E POI CI VUOLE LA COSCIENZA

  A#          A#7         D#
SARO' FATTA MALE SARO' PAZZA

D#7         G#                      D#
TI VOGLIO BENE CON UN CUORE DI RAGAZZA

    D#7                           C
CHE OGNI VOLTA MI SI SPEZZA IN TRE

           G#
STASERA PENSA PER TE

                            D#
PENSA PER TE CHE A ME CI PENSO DA ME

                               G#
ANCHE PERCHE' OGNUNO PENSA PER SE

                         D#
PENSA PER TE CHE A ME CI PENSO DA ME

                           G#
ANCHE PERCHE' OGNUNO PENSA PER SE

                               D#
PENSA PER TE CHE A ME CI PENSO DA ME

                      G# D# G# D# G# D# G# D# G# D# G# D# G#
ANCHE PERCHE'  STASERA 

venerdì 17 aprile 2015

Sanremo 1975 - Nico Dei Gabbiani - Io Credo







nico dei gabbiani io credo



Il testo

Stanotte all’improvviso 
mi sono ridestato, 
mi sono domandato 
“è sogno o verità?”, 
avevo nella mente 
un mondo evanescente, 
ma fatto ancora di felicità… 
Io credo, io credo 
che qualcosa esista, esista ancora, 
ad ogni tramonto 
eternamente seguirà un’aurora, 
la nebbia è un velo 
che al di sopra azzurro ha sempre il cielo, 
lo so che come te la gente 
non sa, non vuol sperar più niente, 
parole, son parole, 
più freddo è il cuore, 
più si cerca il sole. 
Io credo, io credo 
che qualche cosa esista, esista ancora, 
ad ogni tramonto 
eternamente seguirà un’aurora, 
la nebbia è un velo 
che al di sopra azzurro ha sempre il cielo, 
lo so che come te la gente 
non sa, non vuol sperar più niente, 
parole, son parole, 
più freddo è il cuore, 
più si cerca il sole. 
Mi ami, mi chiami 
e dici amor più non c’è, 
ma io credo, lo sai, 
a cose più grandi di te. 
Mi ami, mi chiami 
e dici amor più non c’è, 
ma io credo, lo sai, 
a cose più grandi di te.