martedì 18 agosto 2015

Sanremo 1996 - Amedeo Minghi - Cantare e D'Amore








Sanremo 1996 

Amedeo Minghi - midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

Sanremo 1996 - Amedeo Minghi - Cantare e D'Amore



Il testo

Come una finzione
Non del sangue ma del rosso
Acqua e sale e non le lacrime assaggiai
Arsure come di battaglia
Di comparse fuoco e paglia
Ed i cuori son cavalli scossi in noi
Amarsi è come andare in fuga
È cosa ho fatto cosa ho detto mai

Non è la verità
Che più la dici più la dici mai
È l'illusione mia che è vera

E che scorre fiera tra le dita della vita
Passa il suono e belle immagini di noi
Meravigliosa confusione
Tra i dialoghi e le pose
E ogni peso appasionato

È un soffio ma non la verità
Che è sempre un' altra storia ma non lei
Lei che tra i baci miei è d'amore

È improvvisazione
Non è vento e non è sole
Pioggia atroce meglio è che non ci sia
Amarsi è come arrampicar si
Su uno schermo di illusione
E poi credere quell' edera realtà

È le bugie ragazza mia
Il naso lungo e il gusto dell' addio

Non è la verità
Che più la dici più la dici mai
È vita che non sai
Sarà che come me tu rivivrai
Quando l'amore mio ti canterò ò ò ò

È quando tutti i giura menti
Fatti a te saranno inganni
Alla vita che stupita sbanderà
 
Amarsi è prima di capire
È rimbambire la ragione in noi

Non è la verità
Che più la dici e meno baci avrai
È l'illusione mia che è vera

E chi ama canta
Tra le voci della vita
L'acqua che si incontra col suo scialaquìo
Oppure è meglio non cantare
Muti se non è d'amore
E qualcuno deve farlo e

Sono io che ti canterò
E come in fuga nel tuo cuore andrò

Non è la verità
Che più la dici più la dici mai
Perché cantare è
D'amore e
E è d'amore e
E è d'amore e

 accordi per chitarra 

SI               MIbm
Come una finzione: non del sangue ma del rosso,
MI                  SI
acqua e sale e non le lacrime assaggiai,
arsure come di battaglia,
MIbm
di comparse fuoco e paglia
MI7+                     SI
e di cuori son cavalli scossi in noi.
SOL#m                MIbm
Amarsi è come andare in fuga è cosa ho fatto,
MI
cosa ho detto mai.
DO#m         FA#        SI               MI
Non è la verità che più la dici e più la dici mai.
DO#m              FA#     SI
È l’illusione mia che è vera e che scorre fiera
MIbm                 MI7+
tra le dita della vita passa il suono
SI
e belle immagini di noi,
MIbm
meravigliosa confusione tra i dialoghi e le pose
MI7+
e ogni peso appassionato è un soffio
DO#m          FA#
ma non la verità,
SI           MI
che è sempre un’altra storia ma non lei,
DO#m               FA#
lei che tra i baci miei è d’amore.
SI              MIbm
È improvvisazione, non è vento e non è sole,
MI               SI
pioggia atroce meglio è che non ci sia.
Amarsi è come arrampicarsi
MIbm
su uno schermo di illusione
MI7+                SI
e poi credere quell’edera realtà.
SOL#m
È le bugie ragazza mia
MIbm                  MI
è il naso lungo e il gusto dell’addio.
DO#m        FA#          SI              MI
Non è la verità che più la dici e più la dici mai.
DO#m           FA#       SI        MI
È vita che non sai, sarà che come me tu rivivrai
DO#m         FA#       SOL# DOm DO#9
quando l’amore mio ti canterò.
SOL#
È quando tutti i giuramenti fatti a te
DOm             DO#7+/
saranno inganni alla vita che,
SOL#
stupita, sbanderà.
FAm
Amarsi è prima di capire
DOm           DO#7+
è rimbambire la ragione in noi.
SIbm        MIb       SOL#
Non è la verità che più la dici e meno baci avrai.
SIbm          MIb
È l’illusione mia che è vera.
SI             MIbm
E chi ama canta tra le voci della vita
MI7+                   SI
l’acqua che si incontra col suo scialacquio.
Oppure è meglio non cantare,
MIbm
muti se non è d’amore
MI7+            DO#m         FA#
e qualcuno deve farlo e sono io che ti canterò
SI             MI
e come in fuga nel tuo cuore andrò.
DO#m          FA#        SI              MI
Non è la verità che più la dici è più la dici mai.
DO#m         FA#    SI
Perché cantare è d’amore.
MIbm    SI
È d’amore.
MIbm    SI
È d’amore.
MIbm    SI
È d’amore.

Sanremo 1996 - Al Bano - E' la mia vita







Sanremo 1996 

Al Bano - midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

Sanremo 1996 - Al Bano - E' la mia vita



Il testo

Mi alzo e fuori è ancora luna piena 
esco per toccare la mia terra 
è un\'altra notte da scordare 
niente che ti fa capire 
questa vita poi che senso ha 

In un silenzio fatto per pregare 
forte un dolore sale a farmi male 
ma è un vento che si placa in un momento 
e lascia dentro tanto freddo 
e insieme tanta povertà 

E va 
il mio pensiero se ne va 
seguendo un volo che già sa 
in quale cuore andare e arriverà 
E va 
è la mia età che se ne va 
e quanto amore via con lei 
è questa vita che passa e dove andrà 

Rientro piano e come fossi un clown 
lentamente prendo a disegnare 
il cerchio rosso del sorriso 
luce bianca sul mio viso 
nuovamente pronto a cominciare 

E va 
il mio pensiero se ne va 
seguendo un volo che già sa 
in quale cuore andare e arriverà 
E va 
è la mia età che se ne va 
e quanto amore via con lei 
è questa vita che passa e dove andrà 
è la mia vita che passa e dove 
andrà

 accordi per chitarra 

 G#
MI ALZO E FUORI E' ANCORA LUNA PIENA

  Cm                       Fm
ESCO PER TOCCARE LA MIA TERRA

C#
E' UN'ALTRA NOTTE DA SCORDARE

       Cm
NIENTE CHE TI FA' CAPIRE

   A#m                        C
QUESTA VITA POI CHE SENSO HA  

   Cm                       G#
IN UN SILENZIO FATTO PER PREGARE

D#6                            Fm
FORTE UN DOLORE SALE A FARMI MALE

   C#
MA E' UN VENTO CHE SI PLACA

IN UN MOMENTO

Cm
E LASCIA DENTRO TANTO FREDDO

A#m                     Cm
E INSIEME TANTA POVERTA'

E VA 

Cm                    Fm
IL MIO PENSIERO SE NE VA

A#m7                        D#
SEGUENDO UN VOLO CHE GIA' SA

               A#m
IN QUALE CUORE ANDARE E ARRIVERA'

     D#
E VA 

Cm                         Fm
E' LA MIA ETA' CHE SE NE VA

C#6                       Cm
E QUANTO AMORE VIA CON LEI

E' QUESTA VITA

D#                     Fm
CHE PASSA E DOVE ANDRA'

C#

    G#
RIENTRO PIANO E COME FOSSI UN CLOWN

   Cm7                     Fm
LENTAMENTE PRENDO A DISEGNARE

   C#
IL CERCHIO ROSSO DEL SORRISO

Cm
LUCE BIANCA SUL MIO VISO

A#m                              Cm
NUOVAMENTE PRONTO A COMINCIARE   

E VA 

Cm                      Fm
IL MIO PENSIERO SE NE VA

A#m7                        D#
SEGUENDO UN VOLO CHE GIA' SA

               C#
IN QUALE CUORE ANDARE E ARRIVERA'

  D#
E VA 

Cm                         Fm
E' LA MIA ETA' CHE SE NE VA

A#m7                      Cm
E QUANTO AMORE VIA CON LEI

E' QUESTA VITA

D#
CHE PASSA E DOVE ANDRA'

Fm        G#9
E' LA MIA VITA

C#9              G#
CHE PASSA E DOVE ANDRA'

Sanremo 1996 - Massimo Di Cataddo - Se adesso te ne vai

Massimo Di Cataddo






Sanremo 1996 

Massimo Di Cataddo - midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

Sanremo 1996 - Massimo Di Cataddo - Se adesso te ne vai



Il testo

Guardami negli occhi, ora sto per dirti che

Non avrò paura di restare senza te

Se adesso te ne vai non me ne frega niente

Domani è un altro giorno ricomincerò

E non avrò rancore quando parlerò di noi

Nasconderò il dolore come non ho fatto mai

Ma non mi dire adesso che ti dovrei capire

Perdonami ma io non ti perdonerò

 

Se adesso te ne vai e fai crollare il mondo su di me

Adesso te ne vai ed io non vivo più

Lo so mi abituerò a camminare senza averti accanto

Non è così per te che lo sapevi già

 

L'ultima valigia e poi tutto cambierà

E già qualcuno aspetta per portarti via di qua

Spero soltanto che stavolta sia per sempre

Ma quanto male fa doverti dire che

 

Se adesso te ne vai, non ci sarà più posto dentro me

Ti giuro d'ora in poi non so più chi sei

Trascina via con te le tue incertezze e la tua ipocrisia

Ma il male che mi fai non puoi portarlo via

 

Diventerà un scudo con il quale mi difenderò da te

E adesso sbatti forte quella porta via da me...

 

E maledico il giorno che ci ha unito

E questo che ti vede andare via, non mi rimane che un saluto

Abbasserò la testa e così sia...

 

Se adesso te ne vai e fai crollare tutto su di me

Ti giuro d'ora in poi non so più chi sei

Se adesso te ne vai ti chiedo solo non voltarti mai

Perché non ci sarò se un giorno tornerai...

 

Guardami negli occhi, ora sto per dirti che

Mentre tu mi lasci io rinasco senza te...

 accordi per chitarra 

FA SIb FA/LA SIb FA SIb FA SIb REm7 SIb/DO


FA                REm  SIb                      DO
Guardami negli occhi, ora sto per dirti che
REm                            SIb7+
non avro' paura di restare senza te
DO                                          LAm7 FA
se adesso te ne vai non me ne frega niente
SIb                                      SOLm7 SIb SOLm
domani e' un altro giorno ricomincero'.


FA     REm               SIb               DO
E non avro' rancore quando parlero' di noi
REm                                       SIb7+
nascondero' il dolore come non ho fatto mai
DO                                         LAm7 FA
ma non mi dire adesso che ti dovrei capire
SIb                              SOLm7
perdonami ma io non ti perdonero'.


SIb                             FA
Se adesso te ne vai
DO                           REm
e fai crollare il mondo su di me
                        SIb
adesso te ne vai
FA                   SOLm7
ed io non vivo piu'
SIb                   FA
lo so mi abituero'
DO                      REm
a camminare senza averti accanto
                          SIb
non e' cosi' per te
FA                  SOLm7 FA6
che lo sapevi gia'



SOL  MIm      DO                   RE
L'ultima valigia e poi tutto cambiera'
MIm                                     DO7+
e gia' qualcuno aspetta per portarti via di qua
RE                                    SIm7
spero soltanto che stavolta sia per sempre
SOL                                LAm7
ma quanto male fa doverti dire che


DO             SOL
se adesso te ne vai
RE                      MIm
non ci sara' piu' posto dentro me
               DO SOL
ti giuro d'ora in poi
                     LAm7
io non so piu' chi sei
DO              SOL
trascina via con te
RE                            MIm
le tue incertezze e la tua ipocrisia
                    DO
ma il male che mi fai
SOL                LAm
non puoi portarlo via


RE7       MIm    LA                  RE         SIm
Diventera' uno scudo col quale mi difendero' da te
     MIm             LA                 RE4  RE
e adesso sbatti forte quella porta via da me


DO                                              SOL
E maledico il giorno che ci ha unito
DO                                   RE MIm LAm7
e questo che ti vede andare via non mi rimane che un saluto

SOL            RE     (Strum.)  LA MI FA#m RE LA

SIm7
abbassero' la testa e cosi' sia.

RE               LA
Se adesso te ne vai
MI                  FA#m
e fai crollare tutto su di me
                      RE
ti giuro d'ora in poi
LA                  SIm
io non so piu' chi sei

RE     MI     FA#m
se adesso te ne vai
SI                         MI
ti chiedo solo di non voltarti mai
DO#m               FA#m
perche' non ci saro'
SI                MI4 MI
se un giorno tornerai.


LA    FA#m    RE                       MI
Guardami negli occhi ora sto per dirti che
FA#m                      RE7+ (Rall.) RE   LA
mentre tu mi lasci io rinasco senza te.e

Sanremo 1996 - Carmen Consoli - Amore Di Plastica







Sanremo 1996 

Carmen Consoli - midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

Sanremo 1996 - Carmen Consoli - Amore Di Plastica



Il testo

Non sei per nulla obbligato
A comprendermi
Quasi non sento il bisogno
D'insistere
Tu che mi offrivi un amore
Di plastica
Ti sei mai chiesto se onesto
Era illudermi
Ricorda
Tu sei quello che non c'è
Quando io piango
Tu sei quello che non sa
Quando è il mio compleanno
Quando vago nel buio
Ma come posso dare l'anima
E riuscire a credere
Che tutto sia più o meno facile
Quando è impossibile
Volevo essere più forte di
Ogni tua perplessità
Ma io non posso accontentarmi se
Tutto quello che
Sai darmi
È un amore di plastica
Tu sei quel fuoco che stenta
Ad accendersi 
Non hai più scuse eppure sai
Confondermi
Ricorda
Tu sei quello che non c'è
Quando io piango
Tu sei quello che non sa
Quando è il mio compleanno
Quando vago nel buio
Ma come posso dare l'anima
E riuscire a credere
Che tutto sia più o meno facile
Quando è impossibile
Volevo essere più forte di
Ogni tua perplessità
Ma io non posso accontentarmi se
Tutto quello che
Sai darmi
È un amore di plastica
Volevo essere più forte di
Ogni tua perplessità
Ma io non posso accontentarmi se
Tutto quello che
Sai darmi
È un amore di plastica
Ma io non posso accontentarmi se
Tutto quello che
Sai darmi è un amore di plastica

 accordi per chitarra 

Re Resus4 Re Resus2
 
Re Resus4 Re Resus2 Re Resus4 Re Resus2s2
Non sei per nulla obbligato a comprendermi

Re Resus4 Re Resus2 Doadd9 Lasus4
Quasi non sento il bisogno di insistere

Re Resus4 Re Resus2 Re Resus4 Re Resus2s2
E tu che mi offrivi un amore di plastica

Re Resus4 Re Resus2 Doadd9 Lasus4
Ti sei mai chiesto se onesto era illudermi

Sim      Sol       La       Sim      Sol         La
Ricorda tu sei quello che non c'è quando io piango
Sim    Sol      La      Sim 
E tu sei quello che non sa
Sol Dosus9 Lasus4
quando è il mio compleanno, quando vago nel buio
Re        Sol                   Re
Ma come posso dare l'anima e riuscire a credere
Sim Lasus4 Mi7
Che tutto sia più o meno facile quando è impossibile
Re        Sol                   Re
Volevo essere più forte di ogni tua perplessità
Sim  La
Ma io non posso accontentarmi
 
Sol       La                    Resus4             Re
Se tutto quello che sai darmi è un amore di plastica
Re Resus4 Re Resus2 Re Resus4 Re Resus2s2
E tu sei quel fuoco che stenta ad accendersi
Re Resus4 Re Resus2 Doadd9 Lasus4
Non hai più scuse, eppure sai confondermi
 
Solo
Re Sol Re Sim La Mi7
 
Re        Sol                   Re
Volevo essere più forte di ogni tua perplessità
Sim                  La
Ma io non posso accontentarmi
Sol       La                    Resus4             Re
Se tutto quello che sai darmi è un amore di plastica
Sim                  La
Ma io non posso accontentarmi
Sol       La                    Resus4             Re
Se tutto quello che sai darmi è un amore di plastica

Sanremo 1996 - Neri Per Caso - Mai Più Sola







Sanremo 1996 

Neri Per Caso - midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

Sanremo 1996 - Neri Per Caso - Mai Più Sola



Il testo

se tu stasera ti senti sola 
e ti perdi nei tuoi pensieri 
spegni la luce accendi il cuore 
che conosce i tuoi desideri
perche' tu sei diversa da tutte... tu...
nei tuoi occhi profondi c'e' mistero
e nessuno sa

se tu stasera ti senti sola
ed il buio ti fa paura
va' alla finestra guarda la luna
cosi' sola e cosi' lontana
come noi che alle volte scappiamo un po'
per paura di che non so...
mistero! ma ora no... oh no!

perche' si vive per amare
e non per sentirsi giu'
siamo giovani e le lacrime non ci bagnano
si puo' star male da morire
ma si cresce anche cosi'
siamo nuvole che si inseguono
mentre volano via

a braccia aperte senza respiro
per conoscere tutto il cielo
ognuno segue la sua natura
per sognare senza misura
tra di noi c'e' una strana complicita'
e noi siamo piu' forti del destino
che non ce la fa

ma se stasera ti senti sola
e ti inseguono i tuoi pensieri
chiudi la porta lasciali fuori
e' la notte dei desideri
dove sei? io non posso aspettarti piu'
voglio amarti come vuoi tu stasera
e non sarai piu' sola mai

 accordi per chitarra 

F# A#m7 D#m7 G#m7 BM7 G#m7 C#7 F# A#m7 D#m7 G#m7 BM7


C#         F#            D#m7   D#m
Se tu stasera ti senti sola     

        G#m7                 C#6
e ti perdi nei tuoi pensieri 

            F#
spegni la luce 

              D#m7   D#m
accendi il cuore     

        G#m7                C#9 C#6
che conosce i tuoi desideri     

          B        F7                A#m9
perchè tu sei diversa da tutte tu... 

           D#7              G#m7
nei tuoi occhi profondi c'è 

   A#m7  BM7   D#m
mistero        

       G#m7   A#m7   B9
e nessuno sa         

   C#      F#            A#m7   D#m7
Se tu stasera ti senti sola     

        G#m7     BM7   G#m7
ed il buio ti fa paura 

     C#7     F#              A#m7   D#m7
va alla finestra guarda la luna     

       G#m7    BM7     B6 B9
così sola così lontana    

                     F7                 A#m9
come noi che alle volte scappiamo un po'

       D#7                 G#m7   A#m7  BM7
per paura di che non so... mistero         

             G#m6 G#m9
Ma ora no...      ho no! 

   A#       D#m   D#m9   C#
Perchè si vive per    amare 

          B9           A#m7 F#M7
e non per sentirsi giù      

         B9          F#             G#m6  A#7
siamo giovani e le lacrime non ci bagnano 

   A#         D#m   A#sus4 A#m
si può star male da    morire 

         B         F#
ma si cresce anche così 

        B9              F#9   F#M7
siamo nuvole che si inseguono 

         G#m  B       C#7
mentre volano    via. 

              F#9           A#m7   D#m7
A braccia aperte senza respiro     

        G#m7     B6          C#7
per conoscere tutto il cielo 

         F#             A#m7   D#m7
ognuno segue la sua natura     

         G#m7     B6     C#7 D#mM7
per sognare senza misura     

           B9          F7            A#m9
tra di noi c'è una strana complicità 

         D#7              G#m A#m  B  A#m
e noi siamo più forti del  destino    

           G#m7   A#m G#9 D#
che non ce la fa.         

           G#            Cm7   Fm7
Se tu stasera ti senti sola    

         A#m7         C#M7     A#m7
e ti inseguono i tuoi pensieri 

    D#7      G#             Cm7   Fm7
chiudi la porta lasciali fuori    

        A#m7     C#M7   C#6 C#9
è la notte dei desideri     

dove sei? 

          G7                Cm9
Io non posso aspettarti più 

           F7              A#m7    D#6   C#M7
voglio amarti come vuoi tu  stasera        

        A#m7    Cm7 C#M7  C#9   G#9 G# C#
e non sarai più     sola               

    C#9     G# C#9 C# C#9 G#
Più sola mai            

Sanremo 1996 - Ivana Spagna - E Io Penso A Te







Sanremo 1996 

Ivana Spagna - midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

Sanremo 1996 - Ivana Spagna - E Io Penso A Te



Il testo

E mi sveglio al mattino
che già penso a te
con la voglia di averti vicino
e ogni volta ti cerco ma al tuo posto c'è
come sempre soltanto un cuscino
Sto tanto male senza te
c'è un vuoto che più vuoto non c'è
è come un pezzo della vita mia
che mi porti via
Ed arriva la sera e io penso a te
il tuo nome è la mia preghiera
intorno a me solo silenzio c'è
ed un buio che mi fa paura
Sto tanto male senza te
c'è un vuoto che più vuoto non c'è
è come un pezzo della vita mia
che mi porti via
Con quella forza che non ho
con quel coraggio che troverò
anche col nome tuo nella mente mia
avanti andrò
Notti che non finiranno mai
visi con gli occhi tuoi
e un vuoto che solamente chi,
chi è solo sa bene cos'è
Sto tanto male senza te
c'è un vuoto che più vuoto non c'è
è come un pezzo della vita mia
che mi porti via
Con quella forza che non ho
con quel coraggio che troverò
anche col nome tuo nella mente mia
avanti andrò Ma sto tanto male
E mi sveglio al mattino
che già penso a te
con la voglia di averti vicino

 accordi per chitarra 

Intro: Do#m Si La Do#m Si Fa#m (x2) o vedi Tablatura.

Do#m Si La ¦
E mi sveglio al mattino che già penso a te ¦
Do#m Si Fa#m ¦
con la voglia di averti vicino ¦
Do#m Si La ¦ A
e ogni volta ti cerco ma al tuo posto c'è ¦
Do#m Si Fa#m ¦
come sempre soltanto un cuscino ¦

Mi Si/Re# ¦
Sto tanto male senza te ¦
Do#m7 Si ¦ B
c'è un vuoto che più vuoto non c'è ¦
La Mi/sol# ¦
è come un pezzo della vita mia che mi porti via ¦


Intro: vedi tablablatura


Ed arriva la sera ed io penso a te ¦
il tuo nome è la mia preghiera ¦ A
intorno a me solo silenzio c'è ¦
ed un buio che mi fa paura. ¦


Sto tanto male senza te ¦
c'è un vuoto che più vuoto non c'è ¦ B
è come un pezzo della vita mia che mi porti via ¦


Con quella forza che non ho ¦
con quel coraggio che troverò ¦ B
anche col nome tuo nella mente mia avanti andrò ¦

Fa#m7 Si
Notti che non finiranno mai
Fa#m Si
visi con gli occhi tuoi
Fa#m Si
e un vuoto che solamente chi,
Fa#m Si4 Si
chi è solo sa bene cos'è

Sto tanto male senza te ¦
c'è un vuoto che più vuoto non c'è ¦ B
è come un pezzo della vita mia che mi porti via ¦


Con quella forza che non ho ¦
con quel coraggio che troverò ¦ B
anche col nome tuo nella mente mia avanti andrò ¦

Do#m La Si Do#m La Fa#m
Sto tanto male

Do#m Si La
E mi sveglio al mattino che già penso a te
Do#m Si Fa#m
con la voglia di averti vicino

=========================================================

Intro tablatura.

----0-0-0-0-0-0----------------0-2-0--------------2-----
-2-4------------4-2-0-----2-4---------4-2-0-------2-----
-----------------------2--------------------------2-----
-----------------------2----------------------4---------
---4------------2------0-------4------2-------4---------
----------------------------------------------2---------

Sanremo 1995 - Daniele Silvestri - L'uomo col megafono







Sanremo 1995  

Daniele Silvestri - midi karaoke 

I vincitori del Festival dal 1951

Sanremo 1995 - Daniele Silvestri - L'uomo col megafono



Il testo

L'uomo col megafono parlava parlava

parlava di cose importanti, purtroppo

i passanti, passando distratti, a tratti

soltanto sembravano ascoltare il suo

monologo, ma l'uomo col megafono

credeva nei propri argomenti e per questo

andava avanti, ignorando i continui

commenti di chi lo prendeva per matto...

 
però il fatto è che lui... soffriva... lui

soffriva... davvero

 
L'uomo col megafono cercava, sperava,

tentava di bucare il cemento e gridava

nel vento parole di avvertimento e di lotta,

ma intanto la voce era rotta e la tosse

allungava i silenzi, sembrava che fosse

questione di pochi momenti, ma

invece di nuovo la voce tornava, la voce

tornava...

 
COMPAGNI! AMICI! UNIAMO LE VOCI!

GIUSTIZIA! PROGRESSO! ADESSO!

ADESSO!


L'uomo e il suo megafono sembravano

staccati dal mondo, lui così magro,

profondo e ridicolo insieme, lo sguardo di

un uomo a cui preme davvero qualcosa,

e che grida un tormento reale, non per un

esaurimento privato e banale, ma proprio

per l'odio e l'amore, che danno colore e

calore, colore e calore


ma lui... soffriva... lui

soffriva... davvero

 
COMPAGNI! AMICI! UNIAMO LE VOCI!

GIUSTIZIA! PROGRESSO! ADESSO!

ADESSO!

 accordi per chitarra 

Fa 
L'uomo col megafono parlava parlava parlava di cose importanti, purtroppo 
     Rem 
i passanti, passando distratti, a tratti soltanto sembravano ascoltare il suo 
                Mib9                                    Sib 
monologo, ma l'uomo col megafono credeva nei propri argomenti e per questo 
                            Fa 
andava avanti, ignorando i continui commenti di chi lo prendeva per matto... 
                     Fa         Rem         Mib6   Sib     Fa 
però il fatto è che lui... soffriva... lui  soffriva... davvero 
  
  Fa 
L'uomo col megafono cercava, sperava, tentava di bucare il cemento e gridava 
    Rem 
nel vento parole di avvertimento e di lotta, ma intanto la voce era rotta e la tosse 
              Mib9                                           Sib 
allungava i silenzi, sembrava che fosse questione di pochi momenti, ma 
                   Fa 
invece di nuovo la voce tornava, la voce tornava... 
  
   Sib      Solm    Lab     Dom     Sib        Solm       Lab      Dom 
Compagni! Amici! Uniamo le voci! Giustizia! Progresso! Adesso! Adesso! 
  

Fa 
L'uomo e il suo megafono sembravano staccati dal mondo, lui così magro, 
             Rem 
profondo e ridicolo insieme, lo sguardo di un uomo a cui preme davvero qualcosa, 
                 Mib9                                            Sib 
e che grida un tormento reale, non per un esaurimento privato e banale, ma proprio per 
                              Fa 
l'odio e l'amore, che danno colore e calore, colore e calore 
    Fa         Rem         Mib6  Sib     Fa 
ma lui... soffriva... lui soffriva... davvero 
  
   Sib      Solm    Lab     Dom     Sib        Solm       Lab      Dom 
Compagni! Amici! Uniamo le voci! Giustizia! Progresso! Adesso! Adesso! 

Sanremo 1995 - Loredana Bertè - Angeli & Angeli







Sanremo 1995 

Loredana Bertè - midi karaoke  

I vincitori del Festival dal 1951 

Sanremo 1995 - Loredana Bertè - Angeli & Angeli



Il testo

Io non sono normale 
lo so, lo so 

odio il telegiornale

 BLOB

 Me la prendo per tutto,

 per niente

 Me la prendo col tempo

 e la gente

 Aiutami 

 a capire che cosa

 ho dentro

 che cosa è questo tormento

 Aiutami

 Al paradiso non ci arrivo

 e l'inferno è suggestivo

 Passo notti a dirmi no

 Passo notti a dove sto uoh!

 Passo notti a dirmi

 cosa c'è che c'è di me

 e intanto sento che

 anche gli angeli lo sanno

 che non ce la faccio più

 ma se entro in quella chiesa

 me la prendo con Gesù

 e non servono discorsi

 e nemmeno passaporti

 Se funziona come qua

 userò la credit card

 Aiutami 

 il paradiso è troppo stretto

 brucia il vuoto nel mio letto

 Aiutami

 il paradiso è troppo stretto

 STOP!

 Io non sono normale

 odio, odio babbo natale

 Me la prendo con tutti

 per niente

 e ce l'ho con la gente

 Io non sono normale

 Dormo coi vestiti addosso

 Faccio solamente sesso

 Lascio accesa la mia radio

 Amo solo Fuori Orario

 Mangio solo per fumare

 Me lo ha detto il mio dottore

 E tanto per incominciare

 Dare il cuore solo a ore!

 Aiutami

 ora che respiro fuoco

 io non cambio questo gioco

 Aiutami

 nel paradiso io non c'entro

 tanto io sto bene dentro

 Dentro un popolo di grandi

 errante per seimila anni

 attraversa la memoria

 per un voto dalla storia

 Aiutami

 a capire che cosa ho dentro

 che cos'è questo tormento

 Aiutami

 perchè la vita è un'avventura

 che adesso fa paura

 Ma dietro al buio delle stelle

 ha il colore della pelle

 si nasconde la costante

 delle guerre tutte sante

 Anche gli angeli lo sanno

 che non ce la faccio più

 ma se entro in quella chiesa

 me la prendo con Gesù

 Aiutami

 a capire che cosa ho dentro

 che cos'è questo tormento

 Aiutami

 che se inferno è il paradiso

 va a sapere chi ha deciso

 Aiutami

 nel paradiso no non c'entro

 tanto io sto bene dentro

 Aiutami

 al paradiso non ci arrivo

 e l'inferno è suggestivo 

 accordi per chitarra 

E C#m7 C#m C#m7 F#m A6 E9

F#m7           A6
Io non sono normale... lo so, lo so 

                E9        F#m7
odio il telegiornale... " Blob " 

                 A6
me la prendo per tutto per niente 

                 E9               F#m7
me la prendo col tempo... e la gente 

A6          E9
Aiutami a capire che cosa ho dentro 

    F#m7
che cos'e' questo tormento 

A6             E9
Aiutami al paradiso non ci arrivo 

            F#m7
e l'inferno e' suggestivo 

      A6
passo notti a dirmi no... uh... 

      E9                     F#m7
passo notti a dirmi dove sto 

      A6
passo notti a dirmi 

cosa c'e' che c'e' in me 

  E9        F#m7
e intanto sento 

              A6
che anche gli angeli lo sanno 

che non ce la faccio piu' 

      E9
ma se entro in quella chiesa 

          F#m7
me la prendo con Gesu' 

      A6
e non servono discorsi 

e nemmeno passaporti 

            E9
se funziona come qua' 

   F#m7
usero' la credit card 

A6           E9
Aiutami il paradiso e' troppo stretto 

       F#m7
brucia il vuoto nel mio letto 

A6             E9                        A
Aiutami il paradiso e' troppo stretto... STOP! 

               A6
Io non sono normale... odio 

             E9      F#m7
odio babbo natale... yes 

                 A6
me la prendo con tutti per niente 

                 E9
e ce l'ho con la gente 

            F#m7
io non sono normale 

               A6
dormo coi vestiti addosso 

faccio solamente sesso 

         E9
lascio accesa la mia radio 

           F#m7
amo solo " Fuori orario " 

         A6
mangio solo per fumare 

me l'ha detto il mio dottore 

          E9
e intanto per incominciare 

         F#m7
daro' il cuore solo a ore 

A6          E9
Aiutami ora che respiro fuoco 

       F#m7
io non cambio questo gioco 

A6              E9
Aiutami col paradiso io non c'entro 

tanto io sto bene dentro 

A                G
mentre un popolo di grandi 

Bm                   A
errante da 6000 anni 

              G
attraversa la memoria 

Bm       A9
derubato dalla storia 

A6          E9
Aiutami a capire che cosa ho dentro 

    F#m7
che cos'e' questo tormento 

A6                 E9
Aiutami perche' la vita e' un'avventura 

     F#m7
che adesso fa paura 

      A6
Ma dietro il buio delle stelle 

al colore della pelle 

     E9
si nasconde la costante 

          F#m7
delle guerre & tutte sante 

          A6
anche gli angeli lo sanno 

che non ce la faccio piu' 

            E9
ma se entro in quella chiesa 

          F#m7
me la prendo con Gesu' 

A6            E9
Aiutami a capire che cosa ho dentro 

        B9
che cos'e' questo tormento 

A6                E9
Aiutami che sia inferno o il paradiso 

     F#m7
ma sapere chi ha deciso 

A6              E9
Aiutami col paradiso no non c'entro 

         F#m7
tanto io sto bene dentro 

A6             E9
Aiutami al paradiso non ci arrivo 

      F#m7
e l'inferno e' suggestivo...

Sanremo 1995 - SABINA GUZZANTI & LA RISERVA INDIANA
Troppo Sole







Sanremo 1995 

midi karaoke  

I vincitori del Festival dal 1951 

Sanremo 1995 - SABINA GUZZANTI & LA RISERVA INDIANA - Troppo Sole



Il testo

Cosa vedi amico mio, solo la solita vecchi pentola
Acqua bollente, carne ossa, patate
Nessun messaggio questa vecchia pentola
Solo che la zuppa è buona e ti fa capire che hai fame
Ma io sono un indiano
L'acqua che bolle è il cielo 
La carne gli animali
Il vapore il respiro
Tutto questo è sacro
Quando io guardo la pentola
Penso al mistero
Vento, pioggia, sole
Capirli non con la testa ma con il cuore
Sediamoci nella pianura, sediamoci nella pianura 
Voglio essere come un albero, voglio pensare come un animale
Annusa l'aria, annusa l'aria, io cavalco nella pianura
E mi sembrava che i rami dell'albero navigassero nel cielo
Ho pregato per gli animali, per il granturco, e per i meloni
E camminavo dentro l'erba alta ed ascoltando tutte le canzoni
Non sono sordo, non sono sordo, io porto le pietre sacre
Stavo fermo senza guardare ascoltavo le formiche parlare
Ringrazio i fiumi ed i ruscelli, ringrazio la zucca ed il fagiolo
è bellissimo questo mio popolo, è bello questo cielo
Quanta luce, quanta luce nel mio cuore
Vale la pena vivere, vale la pena morire
Io voglio camminare felice
Io voglio camminare nella pioggia
Io voglio camminare sul sentiero del miele
Io voglio camminare nella gioia
Io desidero camminare
E mi hanno detto che non era vero, che ero soltanto fuori di me
Che avevo preso troppo sole al mare con tutto il sole che c'è
Troppo sole, troppo sole per me
Troppo sole, troppo sole per me
Io voglio molto bene al lupo perché ulula alla luna
è veramente mio fratello quando ulula alla luna
Battono i tamburi, battono i tamburi. battono sotto la luna
Io danzo sulle nuvole, io danzo al chiaro di luna
Voi volete che tagliamo l'erba, voi volete che vendiamo il fieno
Per diventare sempre più ricchi e per sognare sempre di meno
I sognatori sono i messaggeri dello spirito del mondo
Tutte le nostre canzoni noi le abbiamo imparate in sogno
Povero uomo bianco nella tua violenza, nel tuo splendore
Hai perduto la tua memoria hai dimenticato di avere un cuore
E vuoi la mia, vuoi la mia, la mia memoria per il tuo cuore
Prendi tutta quella che vuoi, prendila tutta me ne resta ancora
E gli occhi dell'aquila in me 
E la mitezza della lepre in me
E la forza dell'orso in me
Il silenzio dei pini del bosco
E la dolcezza della mia bocca
E mi hanno detto che non era vero, che ero soltanto fuori di me
Che avevo preso troppo sole al mare con tutto il sole che c'è
Troppo sole, troppo sole per me
Troppo sole, troppo sole per me
Sfiorami col tuo respiro, donami una lunga vita
Sfiorami col tuo respiro, dinami una lunga vita
Ti ho decorato con le mie perle, ti ho tagliato e ti ho cucito
Sfiorami col tuo respiro, donami una lunga vita
I sogno sono messaggeri dello spirito del mondo
I sogno sono messaggeri e danno forza ai sognatori
Chi lavora sempre non ha tempo per sognare
Solo chi sogna si potrà salvare
E la bellezza sia davanti a me
E la bellezza sia dietro me
E la bellezza sia intorno a me
E tutto sarà bellezza
Io danzo sulla terra rossa
E mi hanno detto che non era vero. che ero soltanto fuori di me
Che avevo preso troppo sole al mare. con tutto il sole che c'è
Troppo sole, troppo sole per me
Troppo sole, troppo sole per me
Troppo sole, troppo sole per me
Troppo sole, troppo sole per me

 accordi per chitarra 

Sanremo 1995 - Drupi - Voglio una donna







Sanremo 1995 

Drupi  - midi karaoke  

I vincitori del Festival dal 1951 

Sanremo 1995 -  Voglio una donna - Drupi



Il testo

Voglio una donna, bella come un mattino d'estate 
Con la luce del sole 
Che capisca gli sguardi e i silenzi, che mi possa ascoltare 
E ogni notte in maniera diversa si inventi l'amore
Che cucini proprio come mia madre e sappia stirare

Voglio una donna, che mi dia tutto quello che le altre
Non riescono a dare
La dolcezza, la passione il rispetto e il bon umore
Un sorriso che esplode improvviso e ti illumini il cuore
Insomma io sto cercando una donna una donna d'amare

Una donna con il vizio della vita come me
Chi ti fa trovare pronta la tua tazza di caffè
Una donna con il gusto della vita come me
Che non rompa tutto il giorno
Raccontando dei suoi ex e va beh

Cerco una donna che trasformi ogni giorno che nasce
In un giorno speciale
Sexy come Madonna e fedele, pura come le suore
Che mi azzecchi il regalo ogni volta che viene Natale
Forse chiedo un po' troppo ma voglio una donna normale

Una donna con il vizio della vita come me
Che mi ami come un dio e che mi tratti come un re
Ua donna che non viva di rimpianti e di perché
Una donna che purtroppo mi sa tanto che non c'è
Una donna con il gusto della vita come me
Che non rompa tutto il giorno
Raccontando dei suoi ex e va beh

Voglio una donna ne voglio una sola vicino
La voglio sposare
Che sia pronta a far crescere un figlio
Nel bene o nel male
Una donna che vedi soltanto nei romanzi d'amore
Mi sa tanto che una donna così me la devo inventare

 accordi per chitarra 

Am9

                       Dm6
VOGLIO UNA DONNA BELLA COME UN MATTINO D'ESTATE

                  Am9      Dm
CON LA LUCE DEL SOLE CHE CAPISCA GLI SGUARDI E I SILENZI

                  Am9          Dm                                   Am9
CHE MI POSSA ASCOLTARE OGNI NOTTE IN MANIERA DIVERSA S'INVENTI L'AMORE 


E CUCINI PROPRIO  COME MIA MADRE 

                 Dm7
E LE SAPPIA PARLARE

  Am9                       Dm6
VOGLIO UNA DONNA CHE MI DIA TUTTO

                                     Am9
QUELLO CHE LE ALTRE NON RIESCONO A DARE

         Dm                                      Am9
LA DOLCEZZA LA PASSIONE IL RISPETTOED IL BUON UMORE

      Dm                                          Am9
UN SORRISO MI ESPLODE IMPROVVISO M'ILLUMINA IL CUORE

  Em7                                        Dm7
INSOMMA  STO CERCANDO UNA DONNA UNA DONNA D'AMARE

G9  C                        G
UNA DONNA CON IL VIZIO DELLA VITA COME ME

       F                        G
CHE MI FA TROVARE PRONTA LA MIA TAZZA DI CAFFE'

    C                        G
UNA DONNA CON IL GUSTO DELLA VITA COME ME

        Am                           Am9
CHE NON ROMPA TUTTO IL GIORNO A PARLARE DEI SUOI EX

     F  Dm  Am9
E VA BE' CERCO UNA DONNA

           G9                                          Am9
CHE TRASFORMI OGNI GIORNO CHE NASCE IN UN GIORNO SPECIALE

     G                                     Am9
SEXY COME MADONNA E FEDELE PURE COME LE SUORE

        Dm                                       Am9
CHE M ACCETTI IL REGALO OGNI VOLTA CHE VIENE NATALE

             Em
FORSE CHIEDO UN PO' TROPPO

                        Am
MA VOGLIO  UNA DONNA D'AMARE

 C                             G
UNA DONNA CON IL VIZIO DELLA VITA COME ME

       F                      C9
CHE MI AMI COME UN DIO CHE MI TRATTI COME UN RE

       C                         G
UNA DONNA CHE NON VIVA DI RIMPIANTI E DI PERCHE'

       F                      C6
UNA DONNA CHE PURTROPPO MI SA TANTO CHE NON C'E'

    C                          G
UNA DONNA CON IL GUSTO DELLA VITA COME ME

        F6                          G
CHE NON ROMPA TUTTO IL GIORNO RACCONTANDO DEI SUOI EX

     F   Dm  Am
E VA BE' VOGL  IO UNA DONNA

   Dm6                                   Am
NE VOGLIO UNA SOLA VICINO LA VOGLIO SPOSARE

            Dm                                         Am
CHE SIA PRONTA A FAR CRESCERE UN FIGLIO NEL BENE E NEL MALE

    Dm                                        Am9
UNA DONNA  CHE VEDI SOLTANTO NEI ROMANZI D'AMORE

      Em7                       G                   C G6 Dm F C G6 Dm Am F C9
MI SA TANTO CHE UNA DONNA COSI' ME LA DEVO INVENTARE

Sanremo 1995 - Massimo Ranieri - La vestaglia







Sanremo 1995 

Massimo Ranieri - midi karaoke  

I vincitori del Festival dal 1951 

Sanremo 1995 - Massimo Ranieri - La vestaglia



Il testo

 E con quel viso stanco 
 E la vestaglia un po’ macchiata 
 Coi tuoi decisi no e con quell'aria sempre indignata 
 La femminilità lasciata là sotto il lenzuolo 
 Mi fai venir la voglia di restarmene da solo 
 Con tutto il gelo che oramai ti stai portando appresso 
 Con il veleno che mi hai sempre gettato addosso 
 La voglia che io avevo di ricominciare 
 Nemmeno è nata che è già morta nel mio cuore 
 Eppure a volte mi ritrovo lì a pensare 
 A quella donna che dormiva sul mio cuore 
 Ed il suo viso non riesco a ricordare 
 Però non scordo quello che mi ha saputo dare 
 E contraddirmi per te per te è un piacere 
 E' diventato ormai una forma di dovere 
 E sai io non sopporto più nemmeno la tua voce 
 Avrei bisogno solamente di un po’ di pace 
 Ed ogni notte tu tu ti arrendi sempre un po’ più tardi 
 E il desiderio che hai per me fa parte dei ricordi 
 Ed io vorrei parlare e dirti dirti tante cose 
 Ma non trovo le parole forse son finite 
 E sopportarci andare avanti a cosa serve 
 Quando tutto è insopportabile 
 E dare almeno un po’ d'amore 
 Ormai non vuoi o non sai farlo più 
 Ridiamo con gli amici fino al momento di tornare a casa 
 E poi di nuovo un muro e poi ancora quel silenzio 
 Tu cambi viso cambi passo 
 Togli quello che hai addosso 
 E'sempre bello rivedere la tua donna che si spoglia 
 Poi tutto passa quando metti la vestaglia 
 Ma quella donna che veniva con me sotto le stelle 
 E' qualcosa che mi è rimasta sulla pelle 
 Ed anche adesso che tu sei 
 Sei così cambiata 
 Io quella ragazzina non l'ho più dimenticata 

 accordi per chitarra 

G# G#m6

    D#
CON QUEL VISO STANCO E LA VESTAGLIA

A#7
UN PO MACCHIATA COI TUOI DECISI NO

E CON QUELL'ARIA

   D#
SEMPRE INDIGNATA LA FEMMINILITA' LASCIATA LA'

            G#
SOTTO IL LENZUOLO

       D#
MI FAI VENIR LA VOGLIA DI RESTARMENE DA SOLO.

A#9    D#
CON TUTTO IL GELO CHE ORAMAI

                 A#7
TI STAI PORTANDO APPRESSO CON IL VELENO CHE MI HAI SEMPRE

             D#
GETTATO ADDOSSO LA VOGLIA CHE IO AVEVO DI

             G#
DI RICOMINCIARE

        D#
NEMMENO E' NATA

CHE E' GIA' MORTA

           C
NEL MIO CUORE

    F
EPPURE A VOLTE MI RITROVO LI'

           C7
LI' A PENSARE A QUELLA DONNA CHE DORMIVA

           F
SUL MIO CUORE ED IL SUO VISO NON RIESCO

         A#
A RICORDARE

   Am
MA NON SCORDO QUELLO

                 F
CHE MI HA SAPUTO DARE

     F#
E CONTRADDIRMI PER TE

             G#m7
PER TE E' UN PIACERE

    C#7
E ' DIVENTATO ORMAI

             F#
UNA FORMA DI DOVERE E SAI IO NON SOPPORTO PIU'

               Bm6
NEMMENO LA TUA VOCE

      C#
AVREI BISOGNO SOLAMENTE

             D
DI UN PO' DI PACE

    G
ED OGNI NOTTE TU

                    Am7
TU TI ARRENDI SEMPRE   UN PO' PIU' TARDI

     D7
IL DESIDERIO CHE HAI DI ME

               G
FA PARTE DEI RICORDI ED IO VORREI PARLARE

              C9
E DIRTI TANTE COSE

       G
MA NON TROVO LE PAROLE FORSE SON FINITE.

     C
E SOPPORTARCI E ANDARE AVANTI

A COSA SERVE QUANDO TUTTO

             Em
E' INSOPPORTABILE DARE ALMENO

            Am
UN PO' D'AMORE

D
ORMAI NON PUOI

                    Em
O NON SAI FARLO PIU'

Am
RIDIAMO CON GLI AMICI

Am6
FINO AL MOMENTO DI         D7
TORNARE A CASA.

      G
E POI DI NUOVO UN MURO

                  Am7
E POI ANCORA QUEL SILENZIO

      D7
TU CAMBI VISO CAMBI PASSI TOGLI QUELLO

        G
CHE HAI ADDOSSO E' SEMPRE BELLO RIVEDERE LA TUA DONNA

       C
CHE SI SPOGLIA

         G9
MA TUTTO PASSA

                  D#
QUANDO METTI LA VESTAGLIA

       G#
MA QUELLA DONNA CHE VENIVA CON ME

               D#7
SOTTO LE STELLE E' QUALCOSA CHE MI E' RIMASTA

         G#
SULLA PELLE ED ANCHE ADESSO CHE TU SEI

                C#m
SEI COSI' CAMBIATA

       G#
IO QUELLA RAGAZZINA NON L'HO PIU' DIMENTICATA

Sanremo 1995 - Gigliola Cinquetti - Giovane vecchio cuore







Sanremo 1995 

Gigliola Cinquetti - midi karaoke  

I vincitori del Festival dal 1951 

Sanremo 1995 - Gigliola Cinquetti - Giovane vecchio cuore



Il testo

Forse sarò così, una donna sola in qualche ristorante 
io che ne ho amati pochi e conosciuti tanti 
che ancora adesso la memoria si spezza 

e si ferma anche il cuore
 pensando a che fantastico profumo
 è una pelle con un buon odore
 forse sarò così, ma non lo posso sapere, forse sarò così.

 Forse sarò così o non avrò nemmeno il tempo di invecchiare
 per poi non ricordarmi quasi più che cosa andavo a cercare
 che forse era qualcosa di bello che è andato via in un ora
 ed è strano, proprio strano dirlo adesso, mentre lo cerco ancora
 forse sarò così, ma non lo posso sapere, forse sarò così.

 Lo guardo in faccia questo tempo
 che si muove svelto fuori e lento dentro di me
 che per quanti danni ha fatto
 non ha spento il mio sorriso
 non ha scelto da sè
 che se mi ha messo le mani addosso
 lo ha fatto senza dolore
 io ti capisco e non ti tradisco
 povero stupido giovane vecchio cuore
 io ti nascondo nel mio profondo
 povero stupido giovane vecchio cuore
 e quando non starò più qui a stropicciare questi panni
 io sarò andata via così, che ancora avevo diciassette anni.

 Forse sarò così, seduta a riposare su un gradino delle scale
 pensando come sempre dentro me che c'era il trucco e non vale
 e in quale buffa capriola saprò se è stato un viaggio o una gita
 ma fino a quel momento ci sarò, perchè ci sarà vita
 forse sarò così, ma non lo posso sapere
 forse sarò così...e allora stiamo a vedere 

 accordi per chitarra 

E9 A9 C#m G#mM7 B A9


E9                               A9
FORSE SARO' COSI' UNA DONNA SOLA      

IN QUALCHE RISTORANTE

C#m                                    G#m
IO CHE NE HO AMATI POCHI CONOSCIUTI TANTI

                     B
CHE ANCORA ADESSO LA MEMORIA SI SPEZZA

                    A9
E SI FERMA ANCHE IL CUORE

      A6
PENSANDO A CHE FANTASTICO PROFUMO

       E9
E' UNA PELLE CON UN BUON ODORE

        Bm                          D9
FORSE SARO' COSI' MA NON LO POSSO SAPERE

              A9  E9
FORSE SARO' COSI' FORSE SARO' COSI'

                    A9
O NON AVRO' NEMMENO  IL TEMPO D'INVECCHIARE

        C#m
PER POI NON RICORDARMI 

                           G#m6
QUASI PIU' CHE COSA ANDAVO A CERCARE

              B
CHE FORSE ERA QUALCOSA DI BELLO

                    A9
CH'E' ANDATO VIA IN UN'ORA

             A6
ED E' STRANO PROPRIO STRANO DIRLO ADESSO

             E9                    Bm7
MENTRE LO CERCO ANCORA FORSE SARO' COSI'

                  D9               A9
MA NON LO POSSO SAPERE FORSE SARO' COSI'

       E
LO GUARDO IN FACCIA 

QUESTO TEMPO CHE SI MUOVE SVELTO 

              B
FUORI E LENTO DENTRO DI ME

            C#m
CHE PER QUANTI DANNI HA FATTO


NON HA SPENTO IL MIO SORRISO

       A
NON HA SCELTO DA SE'

          E
CHE SE MI HA MESSO LE MANI ADDOSSO

           C#m
L'HA FATTO SENZA DOLORE

        D
IO TI CAPISCO E NON TI TRADISCO

          B                          E
POVERO STUPIDO GIOVANE VECCHIO CUORE.

E6      D
IO TI NASCONDO NEL MIO PROFONDO

       B
POVERO STUPIDO GIOVANE VECCHIO CUORE

  E
E QUANDO NON STARO' PIU' QUI

         D                     B
A STROPICCIARE QUESTI PANNI IO SARO' ANDATA VIA COSI'

                                 E9
CHE ANCORA AVEVO DICIASSETTE ANNI

                               A9
FORSE SARO' COSI' SEDUTA A RIPOSARE 

                          C#m
SU UN GRADINO DELLE SCALE PENSANDO COME SEMPRE 

                           G#m
DENTRO ME CHE C'ERA IL TRUCCO E NON VALE

              B
E IN QUALE BUFFA 

                                       A9
CAPRIOLA SAPRO' SE E' STATO UN VIAGGIO 

              F#m7
O UNA GITA MA FINO A QUEL MOMENTO 

                      E9
CI SARO' PERCHE' CI SARA' VITA

              Bm9                 D6
FORSE SARO' COSI' MA NON LO POSSO SAPERE

                 A9        A
FORSE SARO' COSI' E ALLORA STIAMO A VEDERE